Te lo dò io il trucco!

Qualche giorno fa mi sono sopresa a pensare alla programmazione televisiva di uno dei molteplici canali del digitale terrestre (e non faccio nomi).

Notavo un fatto abbastanza curioso, ovvero che i programmi pensati per le donne sono dedicati a trucco, moda, cura della casa, ora c’hanno infilato dentro anche l’esperta di nail-art che ti insegna a trasformare le tue unghie in opere d’arte.

Tempo medio per metterti lo smalto: un’ora. O meglio, lei ci impiega un’ora… ma ti rassicura “basta poco tempo per diventare esperta”.

Già… esperta di unghie, di trucco, di cucina, di moda, di cura della casa… visto che adesso c’è anche un meraviglioso programma che ti insegna come servire il thé alle amiche, come apparecchiare la tavola, come tenere in ordine la casa per non fare “brutta figura” davanti agli ospiti.

Per non parlare delle lezioni di trucco e di quella che ti entra in casa, ti svuota l’armadio e ti rifà il look “perché tesoro non puoi andare in ufficio così, non sei credibile”.

Ora, non dico che tenere in ordine la casa o truccarsi ogni tanto sia sbagliato, ma la domanda mi sorge spontanea: qundo sono cambiate le cose? Da quando è diventata quasi una vergogna, per una donna, presentarsi a cena con il fidanzato vestita in tuta, struccata e con le unghie senza smalto?

Chi l’ha deciso che una donna in minigonna, truccata e con le unghie laccate peggio di un mobile liberty è più bella?

Quand’è che è diventato un obbligo farci torturare dall’estetista per togliere i peli da luoghi che nemmeno dovrebbero essere visti da occhi estranei?

Quand’è che avere la cellulite è diventata una “malattia da curare”, come recitano in maniera a mio avviso biecamente terroristica le pubbicità?

Per quale motivo gli uomini con le rughe e i capelli sale-pepe sono “interessanti”, mentre le donne sono “vecchie”?

E soprattutto: per quale motivo, arrivata all’età di trent’anni, mi sono sentita quasi in dovere di cambiare modo di vestire e di torturarmi piedi (e gambe) con tacchi da 10 cm spendendo, tra le altre cose, abbastanza soldi da smamare un’intera famiglia di congolesi?

Sono sinceramente stanca di sentirmi dire: “non ti trucchi mai, stai così bene truccata, guarda come sei bella truccata”. Oppure: “dai, guarda come sei femminile con i capelli un po’ più lunghi, lasciateli crescere, non tagliarli”. O ancora: “ma come? Tu non stiri mai? E come fai con le camice?” Le porto spiegazzate, ecco come faccio. Sono solo pieghe, non credo possano fare niente di male a nessuno.

Esattamente come la cellulite, le smagliature, le rughe… sono solo pieghe. E i capelli bianchi sono semplicemente capelli senza più pigmentazione. E le occhiaie sono rigonfiamenti un po’ scuri che spuntano sotto gli occhi quando lavoro 12 ore al giorno, perché le persone vengono licenziate “perché non ci sono soldi” e io mi ritrovo a lavorare per tre.

Qualcuno mi può spiegare perché dovrei perdere un’ora del mio tempo la mattina per mettermi sulla faccia fondotinta, correttore, illuminante, fard, ombretto, rimmel, utilizzando piegaciglia e chissà quali altri arnesi, per coprire quelli che sono semplicemente segni di stanchezza e del tempo che passa?? Tanto, e non credo di sconvolgere nessuno a dirlo, il tempo passa lo stesso e si invecchia lo stesso, anche con 12 cm di cerone sulla faccia.

Personalmente, la mattina preferisco fare una bella colazione seduta a tavola, guardare i cartoni animati che mi mettono sempre di buon umore, uscire un po’ prima e piazzarmi a leggere alla fermata del treno, piuttosto che truccarmi.

Si tratta della mia opinione, e di certo non vale più di quella di chiunque altro, ma (non posso farci niente) questa cultura del bello mi ha sempre spaventato. Quest’idea che, se sono donna, devo sempre avere lisci (o ricci) perfetti, una pelle perfetta, un trucco perfetto, delle unghie e delle mani perfette, devo vestirmi in maniera perfetta e avere una casa perfetta. E l’errore? E l’imperfezione? Che posto trovano?

E adesso ci si mettono anche gli uomini… tra ceretta (ma loro lo fanno solo perché fanno sport… mica per altro!), creme per il viso anti-brutture (“non preoccuparti, puoi stare fuori tutta la notte e bere quello che vuoi, tanto poi la mattina ci pensa la miracolosa crema che ti fa passare anche i postumi della sbronza) e palestra quattro volte la settimana che, quando ti abbracciano, sembrano ricoperti dal guscio di una tartaruga.

Non lo so, io preferisco il mio uomo con la pancia e i peli sul petto… e se ogni tanto toccandomi una gamba mi dice “tesoro, magari una passata di rasoio non farebbe male”, pazienza, vuol dire che (forse) sono stata impegnata a fare cose più utili che togliermi dei semplici peli.

6 pensieri riguardo “Te lo dò io il trucco!

  1. Almeno su queste cose so da chi hai preso.Io sono l'unica del gruppo delle mie amiche che non si tinge i capelli e non si trucca…..ma so servire il the in maniera quasi perfetta.Chi si loda ed è fiera del tuo blog è la tua fan numero1

    "Mi piace"

  2. ciao scusami ti chiederò una cosa che non centra niente ma mi serve per gli esami di stato… sapresti dirmi come si chiama il quadro o l'autore dell'immagine che hai postato?

    "Mi piace"

  3. Mi è capitato di leggere questo post per puro caso facendo una ricerca su internet e, pur non conoscendoti, mi permetto di dire la mia. Concordo appieno sul fatto che inseguire il mito della perfezione sia pericoloso e svilente per le donne. Al tempo stesso, però, credo che ciascuna di noi dovrebbe sentirsi libera di fare ciò che preferisce con il proprio corpo. Tingersi i capelli e truccarsi non sempre sono scelte superficiali e imposte dalla società; può trattarsi di semplici piaceri. Per me, almeno, è così. Il tempo che dedico a mettermi crema, mascara e rossetto per me non è tempo perso: fa parte della “cura” di me stessa così come la lettura di un buon libro o la visione di un bel film. “Impiastricciarsi” con moderazione e con prodotti naturali, poi, non provoca danni alla pelle. Scusa l'intrusione! 🙂 Elisa

    "Mi piace"

  4. Ma figurati Elisa, nessuna intrusione! Anzi, sono contenta che tu mi abbia scritto e che tu abbia condiviso la tua opinione con me. Comunque, è proprio l'imposizione della bellezza e della perfezione che non accetto. Ogni donna dovrebbe essere libera di sentirsi bella e apprezzata con o senza trucchi e parrucchi! 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...