Prima di denunciare chi copia i tuoi contenuti, prova a fartelo amico

Qualche settimana fa, leggendo l’articolo Come denunciare all’agcom un sito per violazione del diritto d’autore, mi è tornata in mente la mia professoressa di Storia e Filosofia del Liceo.

Ero in quinta superiore, vicinissima all’esame di maturità. Il che significa: agitata, confusa, spaventata. Durante una delle ultime interrogazioni, feci una figura pessima. Credo di aver imbroccato forse una risposta ogni tre domande. Eppure avevo studiato, cavolo, ero preparata.

Alla fine di questa disastrosa interrogazione, la citata professoressa mi disse: “Farò finta di non averti mai interrogato, questa volta, perché ti conosco e so che oggi proprio non eri in te. Però, permettimi di darti un consiglio. Quando sei così agitata e confusa, non aver sfretta di rispondere. Prenditi qualche minuto, respira, conta fino a 10 e poi dai la risposta. Vedrai che andrà meglio”.

Voi non avete idea di quante volte, negli anni a venire, io abbia utilizzato questo consiglio; prima di dare una rispostaccia al capo, prima di rispondere a un cliente incazzato per telefono, prima di dire qualcosa di cui potevo pentirmi durante le mie infinite litigate con Andrea.

Ogni volta, chiudo gli occhi, respiro, conto fino a 10 e poi rispondo.

Non sempre ha funzionato. Purtroppo sono un’impulsiva di natura, quindi quando proprio m’incavolo non c’è contare e respirare e chiudere gli occhi che tenga, però diciamo che è una tecnica che spesso mi ha salvato il collo!

Tutto questo per dire che, qualche mese fa, al lavoro, mi sono resa conto che c’era un blog che rubava i nostri contenuti. Copiava e incollava senza ritegno, e senza mettere nemmeno il link alla fonte.

Non vi dico la rabbia e la frustrazione! I contenuti che creiamo per il nostro sito sono contenuti originali, progettati, pensati, spesso sono il frutto di più interviste, insomma, dietro ogni articolo c’è un lavoro enorme e l’idea che qualcuno potesse rubare e pubblicare così, senza nemmeno citarci, beh, mi ha fatto (scusate il francesismo) incazzare da morire.

La mia prima reazione sarebbe stata quella di contattarlo e chiedergli di eliminare immediatamente i contenuti duplicati. Un po’ quello che oggi si può fare con Agcom (è l’Autorità Garante per le Comunicazioni): si denuncia chi ti copia e l’Agcom lo costringe a cancellare il contenuto duplicato.

Poi. Poi ho ricordato la mia professoressa. Ho chiuso gli occhi, mi sono calmata e ho deciso di sfruttare la cosa in modo che portasse un vantaggio al Blog che ci copiava e al nostro sito che veniva copiato.

Gli ho scritto, ma non per chiedergli di eliminare il contenuto, bensì per proporgli una collaborazione. Lui avrebbe modificato i titoli e i testi dei post, accorciandoli della metà e mettendo il link al nostro sito, e noi l’avremmo messo tra i nostri collaboratori (con foto, curriculum e link al suo Blog).

Il risultato? Da allora abbiamo guadagnato un nuovo entusiastico collaboratore. È iscritto alla newsletter, pubblica con contanza dei post dedicati ai nostri contenuti (sempre con link) e ovviamente li sparpaglia su tutti i suoi Social Network.

Insomma, credo sia un tentativo che si può fare prima di denunciare. La pensate così anche voi?

La foto, bellissima, viene da Pinterest

A proposito del contare fino a 10, leggi anche il bellissimo post Le 5 Mosse Per Trasformare Un Troll In Tante Visite Al Tuo Sito

Un pensiero riguardo “Prima di denunciare chi copia i tuoi contenuti, prova a fartelo amico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...