Come ho risolto e sfruttato i limiti di Storify

Oggi voglio raccontarvi una storia d’amore, di quelle dove è amore a prima vista, quando ti ritrovi a pensare “ma dove sei stato fino a questo momento?” e “ma perché ti ho incontrato solo ora?”

La storia d’amore tra me e Storify.

Certo, sono appena all’inizio e, si sa, gli inizi sono sempre bellissimi. Tutto è nuovo, tutto è palpitante, emozionante, eccitante, poi arriva la routine, la quotidianeità, arrivano le prime puzzette a letto e i musi lunghi perché “lui non è quello che mi aspettavo che fosse”.

Il giorno dopo giorno rende difficile qualsiasi relazione, anche quella con la persona che ci siamo scelti e voluti con passione e ardore, anche quando dell’altro “ci piace tutto” e “ci va bene tutto”.

Mi sono appassionata a Storify sin dalla prima volta che l’ho utilizzato, e continuo ad amarlo in maniera totale e incondizionata anche adesso che inizio a scoprirne i limiti.

Mi piace moltissimo perché, finalmente, ho un luogo dove posso raccontare storie partendo dagli articoli, dai post o anche dalle immagini che hanno pubblicato gli altri; quelli che trovo interessanti, che mi invogliano a commentare, a raccontare il mio parere.

Storify ti permette di spaziare, di collegare articoli che trattano dello stesso argomento, di aggiungere foto, video, gif animate; il tutto cercando nel web.

Certo, come in tutte le relazioni non è che sia tutto rose e fiori, il programma ha infatti una serie di limiti strutturali che spesso mi hanno costretta a trovare delle soluzioni, a volte anche abbastanza… fantasiose!

Oggi non voglio quindi raccontarvi che cosa è Storify e come funziona (a tal proposito, leggi il post di MySocialGeek), ma condividere con voi le mie personali soluzioni ai limiti strutturali di Storify, affinché possiate trarre beneficio dalla mia nuova… storia d’amore. ♥

1) Storify non trova tutto
Storify permette di trovare e aggregare i contenuti pubblicati su Google e sui principali Social Network. Però, trova solo i più rilevanti degli ultimi 7 giorni.

Come ho risolto? 

Io ho trovato due modi:
A) appena trovo un articolo che mi interessa, apro una nuova pagina di Storify, cerco l’articolo, lo trascino dentro la pagina, dò un titolo (in pratica specifico l’agomento) e salvo il documento senza pubblicarlo.

In questo modo ho un archivio, visibile solo a me, di articoli che trovo interessanti, divisi per argomento e posso tornarci sopra in qualsiasi momento senza timore di non ritrovarli più.

B) Spesso, mentre sto scrivendo su Storify, mi vengono in mente articoli scritti da me stessa oppure da altri, articoli che magari sono già “vecchi” e che non ho archiviato in Storify.

Allora, li cerco in Google (o direttamente sul mio blog) e li condivido su uno dei miei Social Network. Di solito uso Twitter: sintetizzo il mio pensiero, metto il link all’articolo e via.

Dopo, basta tornare su Storify, cercare l’articolo su Twitter e trascinarlo dentro. Più semplice di così!

In questa schermata, il tweet che ho aggiunto riguarda un mio articolo pubblicato già da qualche mese, ancora attualissimo, ma vecchio per le logiche di Storify.

 

2) Non si può collegare Pinterest
È un limite per me molto grosso, perché come Social Network di immagini io utilizzo solo questo, per cui mi trovo spesso nell’impossibilità di condivere foto mie.

Su Storify non potete infatti caricare una foto dal vostro PC, potete solo condividere qualcosa che è già pubblicato online.

Per cui, caricarle su Pinterest e, da lì, collegarle al vostro Storify non è possibile.

Come ho risolto? 
Semplice, utilizzo Twitter oppure Google+. Oggi le immagini sono sempre più importanti in tutti i Social Network ed è dimostrato che un tweet contenente un’immagine è condiviso di più di qualsiasi altro post.

Per cui, ne approfitto per postare un bel tweet con l’immagine che mi occorre, così da poterla poi utilizzare nel mio Storify.

Una volta che l’articolo sarà pronto, e pubblicato su Storify, nulla mi vieta di pinnare la foto su Pinterest. In questo modo, tengo aggiornati i miei Social e genero traffico verso il mio Storify. Un’ottima soluzione, no?

3) Ma io ho già un blog! Se mi metto a scrivere anche su Storify, quando vivo?? 
Già, ottima domanda. Dopo aver scritto il mio primo articolo su Storify, mi sono chiesta: “perché ora dovrei tenere anche il blog? Uso solo Storify e amen”.

Solo che Storify non è un blog, è un aggregatore di notizie, per cui la visibilità e l’autorevolezza che guadagnate scrivendo il blog non sono nemmeno paragonabili a quella che ottenete su Storify.

È un po’ come pensare che, solo perché ho una pagina su Facebook, posso fare a meno di avere un sito web.

Sono tutti strumenti diversi, che vanno utilizzati in modo complementare.

Come ho risolto? 
Faccio in modo che il blog e Storify dialoghino tra loro, principalmente utilizzando due modalidà:

A) Uso la funzione Embed. Storify vi permette di inserire la storia che avete scritto dentro il vostro blog (basta cliccare su embed e seguire le isruzioni).

In questo modo, scrivo sostanzialmente due articoli diversi sullo stesso argomento, uno su Storify e uno sul mio Blog.

B) Parlo del mio Blog in Storify, linkando articoli anche molto “vecchi”, che ho scritto da tempo, intervallandoli con articoli scritti da altri.

Ovviamente, essendo scritti da un po’ di tempo, prima li condivido sui social e poi li linko su Storify, ottenendo l’effetto di ridare visibilità a contenuti che, altrimenti, giacerebbero nelle retrovie del mio Blog.

E ora tocca a voi!

Conosce già Storify? Lo utilizzate? Vi piace quanto piace a me? Avete altre idee e soluzioni da proporre?

PS: un consiglio, quando usate la funzione embed, cliccate su “show template” e provateli tutti, solo così troverete quello che più vi si addice. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...