Due errori da web principiante: che cosa ho imparato

La scorsa settimana mi sono resa conto di aver commesso due errori veramente stupidi. Due errori da web principiante.

Era da un po’ di tempo che non cercavo il nome del mio Blog su Google. E già questo è un primo errore colossale, perché di qualsiasi dimensione sia il tuo brand devi sempre tenerlo monitorato.

Comunque, cercando Mediamente Stanca su Google, ho scoperto che Cinzia di Martino, una delle mie blogger ispiratrici, dalla quale ho imparato e sto imparando tantissimo in materia di web e di social media marketing, aveva condiviso uno dei miei post su Twitter.

Ora, passato lo stupore, passato il senso di felicità e di orgoglio, mi sono resa conto del mio secondo, e banalissimo, errore: non ho mai cercato il mio brand su Twitter.

Avendo un profilo su Twitter come AliceSpiga82, quindi come autore del mio blog, ho sempre ingenuamente pensato che, se a qualcuno fosse saltato in mente di citare il mio blog, avrebbe citato il mio nome.  E che quindi mi sarebbe apparso nelle notifiche di Twitter.

E invece, sopresa sopresa, cercando “Mediamente Stanca” su Twitter ho trovato diversi post dedicati al mio blog, scritti da amici, certo, ma anche da persone che non mi conoscono e non sanno chi io sia. E, tra questi, anche persone influenti del web.

Che cosa si può imparare dai miei errori? 

1) Mai, e ripeto mai, abbandonare il proprio brand!
Io sono stata fortunata, perché cercando il mio marchio Mediamente Stanca ho trovato commenti positivi. Ma se mi avessero criticata, magari dando il via a commenti negativi, che potevano generare una brutta reputazione per il mio blog? Se non ti accorgi dei commenti negativi, come fai a rispondere?

Come ho risolto?
In un modo semplicissimo: ho creato dei Google Alert con Mediamente Stanca e con Alice Spiga, così da questo momento in avanti tengo più sotto controllo la mia web reputation.

Se avete altri mezzi per monitorare la presenza online di una persona o di un marchio, scriveteli nei commenti, sono pronta a sperimentare!

2) Mai sottovalutare la potenza dei Social Network
Una parte di me ha sempre pensato: “ma chi vuoi che condivida quello che scrivo sul mio Blog? È solo un piccolo Blog che non si fuma nessuno”.

Ora, che questo atteggiamento nasconda una profonda sfiducia nelle mie capacità è un dato di fatto, ma non può essere una scusa per non tenere sotto controllo quello che gli altri dicono di me e del mio Blog.

Un commento negativo può generare un’onda anomala nel web, che spazza via tutto quello che avete costruito con fatica e impegno.

Che il vostro Blog o il vostro sito generi un traffico gigantesco o una manciata di visite non ha nessuna importanza, non sottovalutate mai la potenza dei Social Network e non abbassate mai la guardia.

Come ho risolto? 
Anche in questo caso: monitoraggio. Ad esempio, mi sono imposta di cercare, almeno una volta alla settimana, il nome del mio blog in Twitter, su Google+, su Facebook

Poi, pensavo io stessa di creare un hashtag collegato al mio blog, ma per ora ci sto ancora lavorando!

Il senso di questa breve riflessione è: se decidete di esporvi e di stare sul web, non potete starci senza mantenere il controllo del vostro marchio, grande o piccolo che sia.

Per approfondire

Chi fosse interessato all’argomento, vi consiglio questo articolo, che contiene i 5 migliori strumenti gratuiti per monitorare la propria presenza nel web e nei Social Network

E ora tocca a voi! 

E voi? Quali mezzi utilizzate per monitorare voi stessi e il vostro Blog?

PS: Questo post viene dal mio primo blog, Mediamente Stanca, chiuso nel 2016.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...