Cosa succede se abbandono una Fanpage di Facebook?

Che cosa succede se abbandoni per un periodo una Fanpage di Facebook? Ve lo racconto in questo post, scrivendo al blogger Alessandro Pozzetti che, di recente, ha pubblicato il post Diciamo NO all’abbandono delle Fanpage.

Caro Alessandro Pozzetti*,

anche io, come te, mi occupo di Social Network. Non è il mio lavoro, io sono un redattore. Mi sono ritrovata a occuparmi dei Social Network della casa editrice per cui lavoro due anni fa, in pratica senza formazione.

Mi sono istruita da sola, ho seguito corsi online, mi sono iscritta a decine di blog in tema “scrivere per il web”, “gestire i Social Media”, “fare marketing con i Social Media” e ho avuto la fortuna di collaborare con Sara, mia ex collega con un master in web marketing.

Nessuno ti dice mai, quando inizi a occuparti di web e di Social Media, che il blog puoi anche abbandonarlo per un paio di settimane, il sito web puoi lasciarlo solo per qualche giorno e non succede nulla, i Social Network no, non puoi abbandonarli a loro stessi.

Se abbandoni una Fanpage, ecco i risultati

Me ne sono accorta da sola l’estate del 2013. La nostra azienda resta da sempre chiusa il mese di agosto e io, da completa inesperta, ho abbandonato la nostra Fanpage di Facebook, quella dedicata al sito web che seguo da 4 anni.

Tornata a settembre mi sarei messa a piangere. Tutto il lavoro che avevo fatto per dare visibilità alla nostra pagina era andato perduto.

E questo perché una Fanpage abbandonata a se stessa per un mese dà un solo risultato: una portata dei post tendente allo zero, ovvero: un 1% delle persone che hanno cliccato “mi piace” sulla tua Fanpage vede i tuoi post.

Ridare visibilità alla nostra pagina ha richiesto un lavoro lunghissimo, soprattutto considerato che non abbiamo alcun budget per fare pubblicità, con Facebook, quindi nessuna possibile scorciatoia.

Ci sono voluti 4 mesi per riportare la portata della pagina a livelli decenti e, da lì, ricominciare a crescere.

Per fortuna dagli errori s’impara

Quest’estate, memore dell’errore, ho predisposto un aggiornamento minimo della nostra Fanpage (ho utilizzato Hoolet di Hootsuite).

Ho programmato un post al giorno su Facebook, due al giorno su Twitter e ho collegato GooglePlus al nostro sito, in modo che i post venissero pubblicati in automatico.

Quali contenuti ho usato sui nostri Social Network?

Ovviamente, non è che potessi inventarmi dei post a caso da pubblicare sui vari Social Network, dovevano avere un’attinenza con il nostro sito web e, ancora meglio, recare sempre un link al sito stesso.

Quindi, ho fatto così: 

  • ho scritto delle brevi news anticipando gli articoli e le interviste già previste per settembre, programmandone la condivisione sui Social
  • ho recuperato vecchi articoli, ancora validi, predisponendo dei post, sui vari Social, del genere “un anno fa parlavamo di questo argomento, eppure ancora nulla è cambiato”.

Il risultato è stato questo file excel da pazza maniaca del controllo, che però mi ha permesso di tenere monitorata la situazione per quasi tutto agosto (a parte i 9 giorni senza internet al lago).

I frutti di una buona programmazione

La mia programmazione ha dato i suoi frutti. A settembre, di ritorno dopo il mese di chiusura dell’azienda, la perdita di visibilità della nostra Fanpage era minima (appena un -15%) e su Twitter avevamo mantenuto una buona media di interazioni.

Insomma, sposo la tua causa, caro Alessandro Pozzetti: mai, e ripeto mai, abbandonare una Fanpage di Facebook. 

Alice

*Alessandro Pozzetti è l’autore del post Diciamo NO all’abbandono delle Fanpage, del quale vi consiglio la lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...