3 rischi del web che è meglio conoscere

In questi giorni mi sono imbattuta in tre situazioni che mi hanno fatto riflettere sui rischi che si possono correre quando ci si ritrova a gestire un blog o profili personali sui Social Network.

Non ho intenzione di spaventarvi o di dissuadervi, tutt’altro! In realtà, sono sempre stata convinta che se un rischio lo conosci è più facile evitarlo, o almeno si ha un’occasione in più per evitare che succeda.

E se poi, sfiga, ci si trova in una di queste tre situazioni, beh, non credo sia male sapere come affrontarle.

Quindi, allacciate le cinture, è ora di imparare ad evitare e ad affrontare i rischi del web.

1°rischio. 
La chiusura del vostro profilo su Facebook

Succede quando Facebook si accorge che avete violato la sua regola più importante: aprire una pagina personale al posto di una Fanpage per la vostra azienda o per la vostra attività.

Vi posso assicurare che Facebook è molto attento sotto questo aspetto e il motivo è presto detto: per lui le Fanpage aziendali sono fonte di business, ovvero ci guadagna, quindi non ci pensa due volte a chiudervi il profilo se si accorge che lo state usando come attività invece che come persona.

Non vi avvisa, non vi dà ultimatum, ve lo chiude e basta e non lo recuperate più, per cui tutte le foto che avete caricato, tutti gli amici che avete collezionato, tutte le informazioni e i post che avete scritto, insomma tutto il lavoro che avete fatto su quel profilo va perduto.

Come evitare che succeda?

1° caso)
Se siete presenti su Facebook come persona, ma al posto del vostro nome avete messo il nome del vostro sito o del vostro blog – e non avete voglia o tempo di aprire una Fanpage – non chiudete il profilo, cambiate il nome.

Usate il vostro nome e cognome e, nelle informazioni, mettete i dati che riguardano il vostro blog.

Potete usare la copertina per promuovere il vostro blog, potete comunque condividete i vostri post con i vostri amici e coinvolgerli chiamandoli in causa.

Senza contare che abbandonare un avatar ha sempre dei vantaggi. Non mi credete? Leggete questo post!

2° caso)
Se siete un’azienda, invece, non avete alternativa, dovete aprire una Fanpage e con pazienza e costanza invitare tutti quelli che erano vostri amici a cliccare mi piace.

C’è la possibilità di trasformare gli amici in fan, ma è un’operazione scorretta che vi sconsiglio perché agli utenti non piace vedersi diventare fan senza consenso e rischiate di perdere fan a grande velocità, o di ritrovarsi senza alcuna interazione sulla pagina (che è come dire ucciderla da appena nata)

Quindi, per un periodo, usate la pagina profilo solo per:

  • invitare gli amici a cliccare mi piace (magari con messaggi privati).
  • Pubblicare un post (uno solo!) a settimana con scritto “stiamo abbandonado questo profilo, se volete continuare a seguirci, cliccate mi piace sulla nostra fanpage” e mettete il link.
  • Accettando l’amicizia dei nuovi solo per scrivere loro un messaggio invitandoli sulla fanpage.
  • Ogni persona dell’azienda può stringere amicizia con gli amici del profilo che dovete chiudere, così potete continuare a interagire con loro e dare visibilità alla Fanpage (per approfondire i modi per interagire con gli utenti, leggete anche il post su come battere l’algoritmo di Facebook)

Potete fare un po’ di pubblicità tramite Facebook ADS, per ottenere più mi piace in tempi più veloci, però fatela mirata.

Non sparate nel mucchio, che non serve a nulla. Anzi, vi porta solo profili finti che non aggiungono nulla al vostro business online (non mi credete? Leggete il post “Il modo peggiore di gestire i Social Network”)

Quando avrete ottenuto un buon numero di mi piace, fate un’esportazione dei dati dei vostri amici e cancellate il profilo.

E se Facebook vi ha cancellato il profilo? 
Purtroppo, non c’è modo di recuperare ciò che Facebook ha cancellato. Dovete piano piano ricostruire tutto, magari chiedendo aiuto ai vostri fan più accaniti e ai blogger del vostro settore.

2° rischio
Il furto dell’identità Social

Sinceramente, mai avrei pensato che qualcuno potesse rubare l’identità di qualcun altro. E invece non solo è successo, ma ho anche scoperto che è un fenomeno abbastanza frequente.

Di recente è successo a una ragazza che ho conosciuto su Google+, Susanna Moglia. Si è accorta che qualcuno ha preso la sua foto e la sua descrizione e ha creato un profilo su Pinterest con il suo nome e cognome.

Ha provato a segnalarlo, ma a quanto pare Pinterest è piuttosto carente in fatto di privacy e di controllo degli utenti.

Io non credo sia un fenomeno che possa capitare a chiunque; ho notato che le persone alle quali è successo hanno un grande seguito online, molti follower e un nome collegato a una solida reputazione web.

In pratica, sfruttano le identità più “forti” e più seguite per attirare tante persone verso una pagina, un blog, un sito web.

Come evitare che succeda?
Eh, mi sa che non c’è modo di impedirlo, però potete accorgervene, controllando il vostro nome e cognome su Google di tanto in tanto.

E se vi succede?

  • Segnalate il profilo finto al Social Network stesso (Facebook è il migliore, da questo punto di vista, perché vi permette di segnalare il profilo finto e farlo chiudere).
  • Non perdete occasione per sottolineare ovunque – su tutti i Social Network e sul vostro blog – quale sia il profilo vero e quale quello falso.
  • Chiedete aiuto ai vostri follower, affinché diffondano la notizia il più possibile.
  • Se avete una newsletter, fate una comunicazione ufficiale a tutti i vostri iscritti e chiedete che diffondano la notizia.

E a questo proposito… il vero profilo di Susanna Moglia su Pinterest è questo: http://www.pinterest.com/zaffiro75/, non questo: http://www.pinterest.com/susannalmoglia/. Così, giusto per dare una mano a una “web-amica”!

3° rischio
Il furto del dominio

Purtroppo è successo di recente a una ragazza che ho conosciuto su Facebook.  In pratica, per una serie di errori, non ha rinnovato in tempo il dominio personalizzato del suo blog e, quando se ne è accorta, era troppo tardi, ormai qualcun altro l’aveva comprato.

Anche in questo caso, succede soprattutto con i domini forti, quelli che nel tempo sono diventati punto di riferimento per il settore e attirano migliaia di utenti al mese.

Il motivo è ovvio: comprare un dominio forte facilita il lavoro a chi lo compra, che può vivere di rendita (almeno per un po’) grazie al lavoro di chi è venuto prima.

Dico per un po’ perché se chi compra quel dominio non continua a fare un buon lavoro, gli utenti ci mettono poco ad abbandonarlo e poco anche Google a metterlo in fondo ai risultati di ricerca.

Ma… come evitare che succeda?
Di solito, vi arriva un alert che sta per scadere il dominio e che è ora di rinnovarlo. Non affidatevi solo a questo, può capitare di tutto.

Come per qualsiasi altra scadenza, segnatela ovunque, così avrete qualche probabilità in più di non dimenticarvi.

E se vi succede?
Prendete esempio dalla ragazza di cui vi dicevo: non vi abbattete, rimboccatevi le maniche e ricominciare da zero, anzi in questo caso da 00, come lei stessa racconta in questo bellissimo e sentito post, nel quale condivide la sua disavventura.

E poi, chiedete aiuto a tutte le persone che vi hanno sempre seguito e sostenuto.  E, se avete una newsletter, usatela senza timore per riavvicinare le persone che, fino a ieri, cercavano il vosro blog/sito web online.

Lavorando e impegnandosi ritornerete al punto in cui eravate, e anche di più.

E ora… ora tocca a voi! 

Aspetto il vostro parere, i vostri consigli, le vostre esperienze nei commenti.

4 pensieri riguardo “3 rischi del web che è meglio conoscere

  1. Grazie Alice , un post informativo molto chiaro e che spiega in parole comprensibili a persone come me che di queste cose ne capisce ben poco! Proprio oggi mi è capitata una situazione spiacevole su FB che mi ha fatto capire l'importanza di conoscere bene tutti i rischi e i pericoli che si corrono quando si mettono i propri dati sul web!!
    Grazie per aver condiviso queste informazioni!!
    Piera

    "Mi piace"

  2. Lorenza, ciao! Sempre bello ritrovarti sul mio blog! Grazie per i tuoi complimenti. 🙂 Il bello del web è proprio questo: c'è sempre qualcuno a cui insegnare e qualcuno da cui imparare.
    Per la comune amica, mi è dispiaciuto un sacco per lei! Se avessi la bacchetta magica farei tornare indietro il tempo. L'importante, però, è non arrendersi mai! 🙂

    "Mi piace"

  3. Carissima Piera, che bel complimento che mi hai fatto, sono quasi commossa. 🙂 Ora però sono curiosa, chissà cosa ti sarà capitato su Facebook! Mi sa che uno di questi giorni ti troverai un mio messaggio privato per scoprire cosa ti è successo… della serie “mi faccio sempre i fatti miei!” 😉
    Grazie ancora per il tuo sempre presente sostegno! 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...