Problemi con i commenti su Blogger: ecco come ho risolto

Quando il mio blog era pubblicato su Blogger (prima del passaggio a wordpress), mi sono resa conto di avere un problema con i commenti.

Pur rispondendo a tutti coloro che lasciavano un commento, accadeva di rado che qualcuno mi scrivesse di nuovo, anche se ponevo delle domande.

Così, ho iniziato a fare un po’ di prove. Sono uscita dal mio utente blogger e ho provato a commentare.

Quello che ho scoperto è che, se utilizzate il form dei commenti che Blogger vi dà in dotazione, avete due opzioni:

1) commentare come utente Google, e allora potete anche scegliere di ricevere i commenti di risposta via email;

2) commentare come utente Blogger, o come anonimo, o come “utente + URL” (ovvero il vostro nome + sito web), e allora non c’è modo per gli utenti di scegliere di ricevere i commenti di risposta.

Questo significa che c’erano ottime probabilità che nessuno avesse mai ricevuto i miei commenti di risposta.

Ed è a questo punto che mi sono messa d’ingegno a cercare una soluzione.

1) Passo ai commenti di Google+?

Una possibilità era disabilitare i commenti di Blogger e passare a quelli di Google+.

Ho notato che molti utenti Blogger l’hanno fatto e di certo offre grandi vantaggi:

  • gli utenti possono consigliare, condividere e commentare i post direttamente dal modulo dei commenti;
  • tutto quello che scrivono può essere pubblicato sia sul mio blog sia su Google+ stesso;
  • gli utenti vedrebbero le mie risposte sul blog e su Google+, in maniera immediata, ricevendo anche una notifica.

Ottima soluzione, certo, però scegliere i commenti di Google+ significa escludere tutti coloro che non hanno un profilo su questo Social Network.

Ho fatto delle prove e non c’è modo di commentare come anonimo o come semplice “nome+URL”, e nemmeno come utente Blogger.

Se l’utente non ha un profilo (o una pagina) su Google+ non può commentare; si deve per forza iscrivere.

2) Passo a un servizio del tutto diverso

Scartata questa idea, perché di utenti non Google che commentano ne ho tanti e non mi va di “tagliarli fuori”, ho cercato altri sistemi per commentare.

Ho pensato di aggiungere, oltre al modulo dei commenti di Blogger, quello di Facebook, in modo che gli utenti potessero scegliere se usare Facebook oppure uno dei profili di Blogger.

Sinceramente, pur avendo seguito attentamente le istruzioni che ho trovato in svariati tutorial online, io non sono riuscita a farlo funzionare.

Ho provato in tutti i modi, c’ho perso anche un bel po’ di tempo, poi ho ricordato a me stessa che A) non sono un tecnico informatico e B) questo blog non è il mio lavoro, e ho desistito.

Con il senno di poi devo dire che è stata una fortuna. Ho notato che, nei blog dove è installato più di un sistema per commentare, la pagina diventa più pensante e difficile da caricare.

E a proposito di lentezza nel caricare le pagine. Nei miei tentativi, ho valutato molto attentamente anche Disquis, un sistema che non solo permettere agli altri di commentare sul blog, ma anche di seguirti come blogger, di recensirti, di interagire con te; una vita di mezzo tra un semplice modulo per i commenti e un Social Network.

Alla fine, pur essendo presente su Disquis come utente, l’ho scartato. Perché?

Ho notato che è molto lento. A volte arrivo in fondo a un post e penso “strano, non c’è modo di commentare”.

Poi vedo il logo di Disquis che gira, gira, gira e finalmente comprare il modulo per commentare.

Insomma, è evidente che sia troppo pesante e che finisca per rallentare la fruizione della pagina web.

3) Alla fine ho ricordato che…

Quando ci s’intestardisce troppo sulla tecnologia si finisce per dimenticare la cosa più importante: le relazioni umane.

Dietro ai commenti che vedo comparire sul mio blog ci sono sempre delle persone, persone che, con ogni probabilità, hanno un profilo su Facebook, su Twitter, su Google+.

Bene. Io ho scelto di comportarmi così. Dopo aver risposto al commento, non aspetto più che magicamente quella persona torni sul mio blog e nemmeno faccio affidamento in una qualche notifica automatica che non so se riceverà mai.

Io, le persone dietro ai commenti, le vado a cercare. Per mia fortuna, di solito conosco chi commenta come anonimo (ovvero mio padre e la mia prozia Claudia).

Gli altri commentano con profili di vario genere, nei quali si trovano moltissime informazioni, ad esempio i loro profili Social, il loro blog, a volte persino la loro email.

Quello che faccio è coinvolgerli. Scrivo loro su Facebook (si veda l’esempio nella foto a inizio post), su Twitter, su Google+, oppure per email e li informo che ho risposto ai loro commenti.

Quali risultati ho ottenuto?

1. Ho rafforzato le relazioni e le amicizie che, commento dopo commento, email dopo email, diventano ogni giorno più belle.

2. Ho riportato le persone sul mio blog, dove magari hanno visto un post nuovo (oppure vecchio) che ancora non avevano letto e allora rimangono ancora un po’ lì e commentano, di nuovo.

3. Nell’avvisare le persone che ho risposto ai loro commenti, in pratica ho pubblicato di nuovo il mio post, dandogli una nuova visibilità.

Tutto questo per dirvi…

Non arrendetevi davanti ai problemi che incontrate nel blog o nel sito web. Non accettate lo stato delle cose pensando “Tanto è così, non ci posso fare niente”.

Cercate soluzioni, soprattutto online (nei blog e nei siti web di altre persone), e chiedete aiuto a chi è più esperto di voi, commentando i post che leggete o sui Social Network.

E ricordate: provate sempre le soluzioni che trovate, così da scegliere quella che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Sperimentate, senza troppi timori o reverenze, perché anche così si cresce.

E voi? 

Come la pensate? Vi piace la mia idea?

7 pensieri riguardo “Problemi con i commenti su Blogger: ecco come ho risolto

  1. Brava Alice, per più motivi. Intanto non hai mai abbandonato chi ti ha commentato anche da anonimo come me, anzi lo sei andato a cercare. Così, come tu dici, hai reso più visibile il tuo blog, ma hai pure fatto sentire chi ti scrive, ” valutato”.Poi hai anche dato consigli (come a me)che mi hanno fatto fare “un salto di conoscenza” per cui oggi ti commento non più da anonima. Visto??

    "Mi piace"

  2. Ciao Alice! ottimo post!tuttavia devo ammettere che ormai incomincio ad arrendermi per quanto riguarda il problema “commenti” ;-( molte persone, infatti, mi dicono di non riuscire a commentare, o comunque sia non mi arrivano le notifiche via e mail con impossibilità quindi, da parte mia, di pubblicare i loro commenti.
    Grazie comunque per le dritte!
    ciao
    Glitterbabol

    "Mi piace"

  3. Glitterbabol, ciao! Grazie del complimento. 😄
    In effetti ho notato cose “strane” sul tuo Blog, in particolare un doppio form per commentare. Uno è quello di Blogger e funziona come il mio. L'altro è più sotto e forse è quello che funziona “male”. Faccio qualche prova e vediamo… il mio motto online è “mai arrendersi, una soluzione c'è sempre”… 😀

    "Mi piace"

  4. ciao Alice 🙂 se sapessi…sono mesi che mi do da fare per risolvere lo stesso problema..quelli di google a cui ho scritto…inviato screenshot del problema…non mi filano…nessuno come me che abbia anche il problema della mancanza proprio delle opzioni della moderazione dei commenti, c'è solo la posizione dei commenti, manca tutto il resto: chi può inserire i commenti, moderazione dei commenti, mostra test di verifica, mostra link a ritroso, messaggio del modulo dei commenti: mancano tutte insomma. Ho trasferito il blog su Altervista, mi ha copiato tutto in pochi minuti e in meno di un'ora ho sostituito tutti i link che avevo collegato ai social: tutta un'altra musica.
    E' stato molto frustrante cercare una soluzione, l'unico che mi ha dato una mano, quando ha capito la mia situazione, ha dato forfait, pensa un po'. Complimenti per come la vivi tu, la vita da blogger con quello che hai a disposizione, sapendo bene che meriti molto di più 🙂
    Scrivi bene, mi piace il tuo stile e la filosofia di vita che si legge fra le tue parole ^_^
    Immagino ormai che questo sia solo uno sfogo solidale ma lo voglio trasformare in un complimento a te e al tuo blog, alla determinazione e un inno alla libertà 😉 Grazie per il tuo post 🙂
    Ti auguro buona Pasqua e buona vita
    Stefania

    "Mi piace"

  5. Cara Stefania,
    la vera verità è una sola: mi piace risolvere i problemi. Ricordo che, alle superiori, il mio compagno di banco di allora un giorno mi disse: “Alice, non c'è problema, ma se vuoi ne creiamo uno, così poi ti diverti a risolverlo”. Mi scappa ancora da ridere perché mi aveva inquadrato molto meglio di chiunque altro e soprattutto perché, nonostante siano passati oltre 10 anni, io sono ancora così, sono ancora quella che si diverte a risolvere i problemi.

    Detto questo, non sono contenta di Blogger, però aprezzo poco anche WordPress (i profili gratuiti hanno tutta una serie di limiti…); per fare il salto di qualità dovrei comprare un dominio e crearmi un blog/sito web fatto come si deve. E di certo non lo creerei in Blogger! 😉

    Buono il tuo consiglio su Alervista… vado a studiare. Per mia fortuna, nel mondo del web non si finisce mai di imparare e di scoprire nuove cose… (e non solo nel mondo del web!)

    E grazie MILLE per gli apprezzamenti su di me e sul mio blog… sono in un momento di profonda riflessione su dove dirigermi online e le tue parole mi danno una grande forza.

    Buona Pasqua (in ritardo) e buona vita anche a te, cara Titty Pretty Things!
    Alice

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...