Dopo 20 giorni di silenzio sul blog

Sono trascorsi quasi 20 giorni dal mio ultimo post su questo blog. Purtroppo, come tutti gli anni, anche quest’anno è arrivato quel magico momento tra gennaio e febbraio in cui smetto di vivere e lavoro solo e soltanto.

Anno dopo anno, tutte le volte succede la stessa identica cosa: arrivo a metà gennaio e inizia il periodo più pensante in assoluto, quello in cui mi ritrovo a lavorare per tre, per quattro, per cinque.

Questo 2015, poi, è stato anche peggio degli altri anni. Tra l’ufficio decimato dall’influenza e l’assenza, per la prima volta, di una stagista che ci aiutasse, ci siamo ritrovati a testa bassa, a lottare contro il tempo, sperando con tutto il cuore di non commettere errori.

Perché è naturale. Nei momenti di maggiore stress e di maggiore corsa, in quelli in cui appunto ci si ritrova a ricoprire tra i tre e i quattro ruoli diversi, l’errore è dietro l’angolo e, chissà perché, le aziende in periodo di crisi non aspettano altro che un tuo errore per non pagare le fatture o per togliere la pubblicità.

Vi assicuro non è mai un periodo facile, ma quest’anno è stato anche peggio del solito. Arrivavo a casa la sera stravolta, con il mal di pancia, la testa che mi girava e immaginate la mia voglia di accendere il computer e scrivere.

Questi periodi dell’anno mi mettono addosso una depressione che non vi dico. Non è solo per la mole di lavoro che mi ritrovo a gestire, è soprattutto perché non riesco proprio a scrivere.

Intendo scrivere cose che mi piacciono, che amo e che mi fanno sentire “viva”, che mi permettono di sfogare la mia creatività.

>>Ve lo ricordate il post “Come ho ritrovato il piacere di scrivere il Blog?” Parlavo proprio di scrivere per passione/scrivere per lavoro! Cosa aspetti a leggerlo?<<

Quando non riesco a scrivere, come ve lo spiego?, mi sento meno me stessa, come se perdessi il contatto con una parte di me.

Ora va meglio. L’emergenza al lavoro è rientrata e io riesco di nuovo a utilizzare mente e cuore anche per me stessa.

Qualche giorno fa Luca, un nostro collaboratore nonché amico-blogger, mi ha detto: “Ma proprio la scrittura dovevi sceglierti come passione? Con il lavoro che fai, non potevi sceglierti, che ne so, il ricamo?”

Ironizzava Luca, ovviamente, ma da un certo punto di vista ha ragione.

Le passioni non si possano di certo scegliere, però forse dovrei cominciare a pensare di cercarmi un lavoro diverso, che azzeri un po’ meno la mia creatività e la mia passione per la scrittura, o magari imparare a gestire meglio il lavoro che ho.

Chissà…

E voi, amici della “Blogsfera”, come ve la siete passata in questi 20 giorni di distanza?

9 pensieri riguardo “Dopo 20 giorni di silenzio sul blog

  1. ….pensa che ho appena postato uno stato dove scrivo che mi manchi….e toh….ti vedo tramite la tua mamma!!!!
    Guarda ora come ora comprendo il tuo disagio lavorativo….ho iniziato anche io un nuovo percorso ma mi sento apatica….il lavoro sta spegnendo la mia creatività…io ho pensato di provvedere al più presto!!!
    Ti auguro che lo possa fare anche tu…..che bello leggerti…un abbraccio!

    "Mi piace"

  2. Come me la sono passata negli ultimi 20 giorni? Come negli ultimi anni; la routine è la stessa, prima bisogna portare a casa la pagnotta, con un mestiere che un tempo amavo (probabilmente come te, Alice, nei tuoi primi tempi da giornalista) ma che con il tempo mi ha logorata perché è sempre più ostico, complicato e difficile. E con l'ansia costante di riuscire o forse no, a portarla a casa questa Santa Pagnotta. Come un concorso ippico ad ostacoli. E al rientro a casa, nei momenti che dovrebbero essere di relax, mi ritrovo a testa bassa sui compiti e lo studio dei figli, sulla gestione dei loro impegni sociali, il loro sport, i loro tornei, la casa da organizzare, la spesa, la cena, i lavori domestici. Come mi sento? Meglio non dirlo ad alta voce, Ali. Però, se va come spero, potrei dedicare a me stessa un giorno e mezzo (forse….) a fine maggio. Questo è già un pensiero positivo. Ciao Ali, a presto!

    "Mi piace"

  3. Ciao Lorenza, anch'io sono felice di ritrovarti qui sul mio blog, anche se io vengo spesso a leggere i tuoi pensieri sulla famiglia e sull'amore. Non commento, ma ti assicuro ti penso e soprattutto stimo e invidio la tua tenacia nel riuscire a portare avanti tutto – lavoro, famiglia, blog – con passione e costanza. Brava! Proprio brava!

    "Mi piace"

  4. Verusca! Questa è telepatia web! Non è possibile che proprio il giorno in cui pubblico tu mi scriva su Facebook che senti la mancanza del mio blog! Cosa dire? Fantastiche!
    Comunque, non so darti un consiglio, io per prima non so bene come rapportarmi al mio lavoro e alle mie passioni.
    Però una cosa mi sento di dirtela (e di dirla a me stessa!): resta accanto alle persone che sanno dare valore alla tua creatività e che la fanno crescere, di certo questo ti aiuterà e ti porterà lontano.

    "Mi piace"

  5. Anto, non sai la soddisfazione che mi dai ogni volta che commenti il mio blog! Ad ogni modo, ti capisco bene, anzi benissimo, e so che il periodo è stato ostico sotto tanti punti di vista, però non perdere la fiducia in quello che sei, non dimenticare la fortuna che hai ad avere due bambini stupendi e ogni tanto concediti piccoli momenti per te stessa, senza sensi di colpa! Ci vediamo presto, cara, dolce Anto.

    "Mi piace"

  6. E' la prima volta che ti leggo Alice,non nascondo che lasciare un commento ad una appassionata scrittrice un pò mi intimorisce; prendo coraggio a quattro mani per farti i miei complimenti,io che non sono affatto abituata a scrivere ma a leggere; tanto! ho trovato così bello e sincero il tuo modo di raccontarti che sicuramente continuerò a seguirti!

    "Mi piace"

  7. Mia, ciao! Che bello trovare una nuova amica! 😄
    Se mi posso permettere, non avere mai timore di scrivere, è il modo più unico che abbiamo di entrare in contatto con gli altri. O almeno io la penso così!
    E nelle pause dalla lettura, torna a trovarmi… io sarò qui! 😙

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...