Dagli sms a whatsapp: quanto pesa oggi un messaggio?

Da quando abbiamo a disposizione i vari servizi di messaggistica istantanea tipo WhatsApp, che sostanzialmente non ci costano fatica o soldi) mandiamo messaggi per qualsiasi cavolata possibile e immaginabile.

Me ne sono accorta domenica mattina. Dovevo prendere il treno intorno alle 8e30 e, per puro caso, sono riuscita a salire su quello prima.

Questo significava che sarei arrivata a Rimini 30 minuti prima. Il mio primo istinto è stato: “Mando un sms alla mia amica per avvisarla che arrivo prima”.

Così ho preso fuori il mio cellulare, quello senza internet, quindi senza i vari WhatsApp, Messenger e compagnia bella, e ho iniziato a scrivere.

>>Per chi non lo sapesse, una parte di me resta tecnologicamente nostalgica, per cui vado in giro con un telefono che mi permette solo di telefonare e mandare i vecchi sms.<<

Non mandavo un sms da… mmm… mesi? Non so voi, ma da quando ho WhatsApp sul Tablet, non utilizzo altro per comunicare, a parte Messenger ovviamente.

Ad ogni modo, dopo un po’ che pigiavo sui tasti (nel cellulare non ho nemmeno il touch screen!) e scancheravo perché proprio non sono più abituata al T9, mi sono spazientita e ho messo via tutto.

Ho pensato: “Arrivo poi solo 25 minuti prima… se non è pronta a ricevermi, farò un giro dell’isolato e aspetterò”.

E in quel momento mi sono resa conto di una cosa.

Da quando abbiamo a disposizione Messenger, WhatsApp e gli altri servizi di messaggistica istantanea, che sostanzialmente non ci costano nulla (né fatica né soldi), mandiamo messaggi per qualsiasi cavolata possibile e immaginabile.

Mi sono tornati in mente i primi messaggi che mandavo con l’Alcatel di mio padre (notare, ero al Liceo, ma non avevo un cellulare tutto mio) e dovevo scrivere e riscrivere lo stesso sms per stare dentro un certo numero di caratteri perché un sms costava, e anche parecchio.

Ed era tutto un xké, un xò, un tvttb, un linguaggio da sms che sta piano piano sparendo. E forse è anche meglio – non mi piaceva questo abbreviare e contrarre forzato – però ho la sensazione che stiamo perdendo qualcosa… 

… stiamo perdendo il valore di entrare in contatto con qualcuno. Ora che non ci costa, non facciamo altro che mandare messaggini a tutti e a nessuno, chiacchierando di tutto e di niente e, soprattutto, in qualsiasi momento (come dimostra la ricerca pubblicata da La Repubblica).

Non so se potete capire, ma una volta mandare un sms aveva un… peso.

Oggi, non lo so, è tutto troppo semplice, troppo istantaneo… anche se questo non significa tutti i messaggi che inviamo via WhatsApp o Messenger abbiano lo stesso valore.

Posso immaginarla molto bene la ragazza innamorata che aspetta la risposta, osservando quella maledetta spunta blu e il “sta scrivendo” che appare e scompare!

Alla fine, non è poi così diverso da quando stavamo sedute davanti al telefono fisso in attesa che suonasse e speravamo con tutto il cuore che fosse Lui.

E voi?

Come la pensate? Sono proprio curiosa!

 

4 pensieri riguardo “Dagli sms a whatsapp: quanto pesa oggi un messaggio?

  1. Alice, penso che oggi per chi invia messaggi usare Smart Phone, tablet o altro, non cambia molto sia in termini di scrittura, sia in termini economici. Credo però che tutto ciò, ci abbia portato ad un uso esagerato dei messaggi, privandoci spesso dell'occasione per chiamare la persona. Tutto viene comunicato con un messaggio, cosa ci rimane da comunicare con una telefonata? A volte veramente poco…..

    "Mi piace"

  2. Sì, Claudia, hai pienamente ragione. Senza contare che molti si nascondono nelle chat per timore di affrontare una telefonata e finiscono per perdere il contatto che la voce di un'altra persona può dare.
    Mandarsi messaggini non è come parlarsi e i rapporti non possono che risentirne.
    Ho come l'impressione che la mia riflessione su questo tema sia solo all'inizio! 😀
    Grazie per l'ottimo spunto…

    "Mi piace"

  3. Sai Alice, io a volte preferisco mandare un messaggio piuttosto che fare una telefonata,quasi come se un contatto diretto risultasse non educato,invasivo troppo diretto e magari in un momento non opportuno preferisco lasciare che il mio interlocutore abbia il tempo di pensare e mi risponda senza fretta! Forse meno spontaneo e impersonale? non sò …..Ciao Alice sempre bello riflettere insieme a te!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...