La definizione esatta della bellezza

Venerdì sera sono uscita con la mia amica Lisa e ho assistito a una scena che vi voglio raccontare perché ho pensato fosse la definizione esatta della bellezza.

Ma non voglio correre troppo. Stavo dicendo che sono uscita con Lisa: siamo andate a prendere un aperitivo e un gelato in centro a Casalecchio (di Reno, primissima periferia di Bologna), con vista sulla fermata dell’autobus, sulla chiesa troppo moderna per poterla definire bella e sulle panchine del parchetto vicino al fiume.

Mentre mangiavamo il gelato, due uomini seduti al tavolino accanto a noi hanno attirato la mia attenzione.

Uno avrà avuto sui 60 anni scarsi e stava tutto proteso in avanti verso l’altro, che avrà avuto minimo 20 anni di meno, tenendo lo sguardo fisso sul pianale del tavolino.

Era tutto concentrato perché il più giovane gli stava leggendo, ad alta voce ,una serie di fogli stampati, rilegati con una di quelle molle di plastica che mi fanno sempre pensare alle dispense universitarie.

Erano, per una gelateria all’aperto, nel bel mezzo del paese, uno spettacolo veramente inusuale!

Uno leggeva, l’altro ascoltava. Leggeva a voce relativamente bassa perché faticavo, pur dal tavolo accanto, a capire anche solo qualche parola.

Dopo un po’ che osservavo la scena, mi sono resa conto che il più anziano dei due teneva stretto tra le mani un bastone lungo e sottile. E lì ho capito.

Ho capito che era cieco e che l’altro gli stava leggendo qualcosa che lui, da non vedente, non avrebbe mai potuto leggere in autonomia.

Quando ci siamo alzate per andarcene, avrei voluto avvicinarmi e dire loro: “Non so chi siate o cosa abbiate fatto nella vostra vita. Non so se siate incasellabili come uomini buoni oppure siate persone che hanno fatto soffrire altre persone. E non so dove la vita vi porterà dopo stasera e ci sono ottime probabilità che non ci incontreremo mai più. Nonostante tutto questo, stasera voglio solo dirvi che eravate, per me, la definizione esatta della bellezza”.

Foto da Freeimages.com

4 pensieri riguardo “La definizione esatta della bellezza

  1. Continui a stupirmi per la capacità che hai di cogliere sensazioni, spunti di riflessione semplicemente guardandoti attorno, non solo, ma anche la tua stupefacente capacità di esprimerle con grande chiarezza e precisione. Complimenti!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...