Tutti pazzi per Pokémon GO

4dce6-pok25c325a9mon-go-zombi

Personalmente non sono mai riuscita ad appassionarmi ai videogiochi, per cui faccio molta fatica a comprendere tutta la folle passione nata per Pokémon GO. E dire che i cartoni animati dei Pokémon li guardavo anche…

È più forte di me. Ogni volta che provo un videogioco, dopo un po’ non capisco più dove mi trovo, dove sto andando e finisce che mi sento una stupida a stare lì, a far scoppiare palloncini o a correre e saltare per prendere monete ed evitare lingue di fuoco.

Però, mai mi sono mai sognata di giudicare chi invece li trova e li ha sempre trovati divertenti, almeno fino ad oggi… fino a che non è scoppiata la mania per Pokémon GO.

Voi ci giocate? Perché io non riesco proprio a capire. Voglio dire, non vi sembrano tutti investiti da una completa e dilagante follia?

Già prima la gente camminava per strada chattando, con gli occhi fissi allo SmartPhone, e non potete immaginare quante volte sono andata a sbattere (volutamente) contro qualcuno per dimostrargli che, anche se sei sotto un portico pedonale o su un marciapiede, mica puoi dimenticarti del resto del mondo.

Adesso si riversano in strada bloccando il traffico, cadono nell’acqua di un lago, tamponano la macchina davanti, mollano il lavoro e lo fanno per… giocare.

A voi sembra normale?

Vi sembra normale che alcuni luoghi – tipo cimiteri, campi di concentramento, musei della memoria, basi militari, autostrade – abbiano dovuto appendere cartelli per vietare l’utilizzo di Pokémon GO?

Come se il solo fatto di trovarsi al museo dell’Olocausto non bastasse a far perdere la voglia di collegarsi e cercare Pokémon…

Certo, tutto questo succedeva anche prima di Pokémon GO: su Facebook e Instagram è pieno di foto scattate e postate alla guida di una macchina e sui mezzi pubblici ormai sono rare le persone che stanno semplicemente con le mani in mano, guardando fuori dal finestrino, senza intrattenersi online…

Ci si limita a vietare l’utilizzo di Pokémon GO sull’autostrada e via, amici come prima.

Personalmente sono parecchio preoccupata e penso sia venuto il momento che la scuola scenda in campo e inizi a insegnare un utilizzo consapevole della tecnologia, facendone comprendere opportunità e rischi.

Ho nominato la scuola, ma ritengo che tutti noi dovremmo dare il buon esempio, ricordando a noi stessi e ai nostri figli che esiste un confine da salvaguardare tra offline e online e che, ogni tanto, è di fondamentale importanza spegnere il wifi.

E voi? 

Aspetto il vostro parere…

E se vi interessa l’argomento, vi consiglio di leggere anche Non perdete la vita intrappolati nella rete

La foto di apertura

L’immagine è dell’artista Steve Cutts. Vi consiglio di andare a vedere le sue opere perché fanno riflettere sulla “deriva” che rischia di prendere la nostra società, e non solo a causa della tecnologia: stevecutts.wordpress.com

Un pensiero riguardo “Tutti pazzi per Pokémon GO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...