5 motivi per cui uno scrittore dovrebbe avere un blog

scrivere-un-blog

Secondo voi avere un blog significa scrivere? E per quale motivo uno scrittore dovrebbe avere un blog? In questo post vi racconto le mie 5 motivazioni.

La scorsa settimana ho incontrato un ragazzo che ho conosciuto tramite il nuovo lavoro. Dopo un po’ che parlavamo mi ha chiesto: “Ho visto su Facebook che anche tu scrivi…”
E io: “Sì, mi piace molto scrivere. Scrivi anche tu?”
E lui: “Sì”
E io: “Dai, hai un blog? Così posso leggere qualcosa”
E lui: “No, non ho un blog. Avere un blog non è scrivere”.

Ora, ognuno può pensarla come vuole e di certo scrivere un romanzo o un racconto o una poesia non è scrivere un post per un blog o un articolo per un sito o per una rivista, ma sempre scrittura è.

Senza contare che, come ho detto a lui, il blog aiuta moltissimo gli aspiranti scrittori perché permette di:

1) Acquisire e mantenere un ritmo
Vi dirò una cosa scontata che tanti dimenticano: il blog è pubblicato online. Questo significa che se uno scrive un post all’anno, o copia e incolla i contenuti degli altri, sarà molto difficile che Google ne indicizzi i contenuti.

Senza contare che, sul blog, non basta scrivere tanto, accumulanto post su post, per trovare lettori affezionati: bisogna scrivere post il più possibili originali, esprimendo la propria opinione e dando ai lettori qualcosa di nuovo, che altrove non trovano.

Ci vuole creatività e originalità nel modo in cui affrontate gli argomenti, analisi e ricerca sui temi dei quali vi interessa parlare, attenzione alla sintassi… e tutto questo cercando di non perdere il ritmo che vi siete scelti (c’è ci dice che bisognerebbe scrivere un post al giorno, ma non è una legge matematica. Meglio un post in meno che 10 tirati via pur di riempire pagine!).

Comunque, ditemi voi se questo lavoro non vi può essere utile per riuscire a scrivere un romanzo o un racconto (degno di essere letto)?

>>Se vi interessa l’argomento, leggete anche 5 strategie per scrivere un post al giorno<<

2) Fare allenamento
Come ho già scritto nel post La scrittura è questione di esercizio, come la matematica, per migliorare gli scrittori hanno bisogno di tenersi in allenamento.

Io sono fermamente convinta, anche perché l’ho provato per esperienza diretta, che più si scrive e più si migliora.

In che cosa? Ad esempio nella costruzione delle frasi e dei periodi, nella ricerca delle parole, nella capacità di esprimere quello che si pensa in modo che sia comprensibile anche agli altri…

3) Confrontarti con l’Altro
Il blog permette una cosa che è negata a chi scrive solitario, chiuso nella propria stanzetta: i commenti degli altri.

Certo, non tutti i commenti sono degni di attenzione. Online ci si espone anche alla cattiveria degli altri, talvolta gratuita e senza motivo (per fortuna a me, per ora, non è successo di imbattermi in un Troll!), però ci sono anche tante persone pronte a esprimere il proprio parere, a regalarti spunti utili di riflessione e critiche costruittive…

E sulle critiche costruttive, passo al punto 4… 😉

>>Ma prima, ci tengo a ricordarti il mio post dedicato ai commenti: Un Blog muore quando nessuno ne parla più<<

4) Guadagnare fiducia
Questo forse vale solo per me, non saprei… comunque, io ho sempre avuto paura di far leggere agli altri quello che scrivo. Ero terrorizzata di scoprire che stavo perdendo il mio tempo e che tutto quello che producevo era solo spazzatura.

Il blog mi ha aiutato a uscire dal mio guscio, tanto che ho trovato il coraggio di far leggere i miei racconti ad altri, per avere il loro parere.

Il risultato? Mi hanno corretta, criticata e consigliata, dandomi utilissime indicazioni su come procedere e su dove lavorare per migliorare i miei racconti.

Grazie a loro (mi riferisco a mio fratello e a Lucio Scarpone) ho acquisito anche una maggiore consapevolezza di quella che sono… e di quella che voglio essere.

5) Farti conoscere
Abbiamo detto che il blog – unitamente ai social network che utilizzi per promuovere il tuo blog – ti permette di entrare in contatto con tante persone, che altrimenti non avresti conosciuto mai.

Bene, se queste persone apprezzano quello che scrivi, può essere che saranno più portate a comprare il tuo libro, o no? È una delle conseguenze indirette di avere un blog… e non penso possa nuocere a uno scrittore… che dici?

Certo non è una formula matematica, anche perché se poi pubblichi delle schifezze, i tuoi lettori fanno presto ad abbandonare tutto: blog e libri, quindi non è che basta un blog per avere dei lettori affezionati e accaniti, però di certo può aiutare a farti conoscere al di fuori della tua cerchia di amici e parenti…

>>A questo proposito, ti consiglio la lettura di La poesia al tempo di Facebook, una riflessione sui concorsi di poesia dove vince chi guadagna più like…<<

E voi?

Come la pensate? Avete qualcosa da aggiungere o da controribattere?

2 pensieri riguardo “5 motivi per cui uno scrittore dovrebbe avere un blog

  1. il desiderio di avere un blog ce l'ho da tempo, ma mi frena la difficoltà che ho, sia col pc, che con la lentezza con cui ormai leggo e scrivo e con la poca padronanza della tastiera. Trovo molto bello potersi esprimere anche con questo mezzo, perciò …” Amate un blog” amici giovani!! 😉 Luisa Orsini

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...