3 motivi per cui non tornerei a lavorare in un’azienda

Oggi, in un momento di lucidità, mi sono resa conto che non sarei più in grado di tornare a svolgere un lavoro d’ufficio.

Per quale motivo?

  • La routine uccide la mia creatività

Giorno dopo giorno, stesso ufficio, stesso orario, stesso lavoro che, dopo un po’ di tempo, si comincia a svolgere in automatico, senza più la consapevolezza di quello che si sta facendo. Ecco, questa routine qui.

Chi, come me, lavora in ambito comunicazione e marketing, sa che stare chiusi in ufficio otto ore, sette giorni su sette, significa la morte di qualsiasi creatività e di qualsivoglia idea.

  • Il full time uccide la mia produttività

Da quando lavoro mezza giornata, vi assicuro sono molto, ma MOLTO, più produttiva di prima.

E questo per un motivo molto semplice: sono più riposata, più concentrata, non ho MAI tempi morti e, vi dirò di più, sono anche più soddisfatta perché, nel tempo libero, riesco a coltivare passioni e interessi che prima avevo messo da parte.

Non so voi, ma io mi sono accorta che ogni volta che rinuncio a qualcosa che mi fa stare bene, una parte di me si… affievolisce.

Non so come spiegarlo, ma da quando ho il tempo per assecondare le mie passioni – come la scrittura, la lettura, il web marketing – e per avventurarmi in nuove esperienze, come il corso di meditazione Mindfulness, mi sento più piena, più… grassa.

  • Il profitto uccide i valori

Lavorando in un’associazione no-profit, mi sono sorpresa nel constatare che non tutte le attività devono per forza ruotare attorno al profitto.

Certo, in associazione viviamo nella costante ricerca di nuovi modi per trovare nuovi soci e per fidelizzare quelli che lo sono diventati, ma è del tutto diverso rispetto al lavoro in un’azienda profit.

Si ha uno scopo, una motivazione di esistere che ha un valore maggiore rispetto a quella di produrre, produrre, produrre e di vendere, vendere, vendere.

Ogni volta che un socio mi tiene al telefono 45 minuti perché è solo e non ha nessuno con cui parlare, ogni volta che riesco a portare un po’ di conforto a qualcuno che sta soffrendo per un lutto, ogni volta che ci chiamano per avere informazioni e mi metto a parlare di morte, di funerale, di post-mortem e dall’altra parte della cornetta mi dicono: “Che bello poter parlare liberamente di questi argomenti con qualcuno”, ogni volta che troviamo una soluzione a un problema e sappiamo che porterà serenità in una casa… 

Ecco. Tutto questo mi fa sentire utile, mi fa sentire di avere uno scopo, una motivazione, un valore da perseguire che non è accumulare denaro.

E voi?

Che cosa ne pensate??

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...