Tipi da spiaggia: gli stanziali

Al contrario degli “stacanovisti“, agli “stanziali da spiaggia” non interessa andare a camminare sulla battigia o giocare a Beach Volley o a racchettoni; è raro anche che li si veda nuotare.

Lo stanziale ama la sicurezza di ritrovare il proprio lettino, il proprio ombrellone, a volte per goderne la quiete, a volte per ritrovare quegli amici che incontra al mare anno dopo anno.

Alla categoria degli “stanziali da spiaggia” appartengono infatti tre diverse tipologie di persone, che si distinguono a seconda della motivazione che li spinge a sostare su quello specifico lettino e sotto quello specifico ombrellone:

  1. I lettori compulsivi. Di solito cercano una spiaggia non troppo frequentata e raramente scambiano più di “Buongiorno” e “Buonasera” con i vicini di ombrellone. Possono sostare al sole o all’ombra, poco importa; per loro l’abbronzatura è solo un “effetto collaterale”.

    I lettori immersivi sfruttano le lunghe ore di tranquillità in spiaggia per leggere tutti quei libri che, durante l’anno, sono rimasti in “attesa delle vacanze”. Non che durante l’anno non leggano, ma d’estate, con tutto quel tempo davanti, leggono ancora di più, divorando pagina dopo pagina.
  2. I cultori dell’abbronzatura. Raro vederne uno sotto l’ombrellone: il cultore dell’abbronzatura non ne ha bisogno. Si spalma di crema o di olio solare, si sdraia sul lettino, prima di schiena, poi di pancia; a volte – se ha molto caldo – si spruzza con l’acqua, oppure si allontana il tempo necessario per fare un bagno o una doccia. Alla fine dell’estate, la sua abbronzatura sarà perfetta e uniforme, quasi scientifica.
  3. Gli amanti della “balotta”. Scelgono la stessa spiaggia, lo stesso bagno, lo stesso ombrellone, anno dopo anno, per una sola motivazione: stare in compagnia (a Bologna diciamo “fare balotta”) e aggiornarsi sulle ultime novità.

    Gli amanti della “balotta” informano e si informano su figli, nipoti, matrimoni, divorzi, malattie e morti; si scambiano ricette di cucina (facendo venire fame a tutta la spiaggia), consigli di lettura e di crafting.

    In alcuni casi, mentre parlano tra loro, uniscono i lettini sotto lo stesso ombrellone e giocano a carte, intervallando le discussioni con sonore imprecazioni.

Per vostra informazione, io sono senza dubbio una stanziale da spiaggia, del tipo “lettrice immersiva”, anche se a volte interrompo la lettura per andare a camminare.

E voi?

Siete degli stanziali? Vi riconoscete in questa descrizione?

Foto da Pixabay

3 pensieri riguardo “Tipi da spiaggia: gli stanziali

    1. Ho sempre pensato di essere “una da montanga”, poi ho iniziato ad andare al mare e ora non posso più farne a meno. E poi dicono che non si cambia… Grazie mille per i complimenti al mio post. 😊

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...