Ricordi di gabbiani in formato diapositiva

Sistemando in casa, ho trovato delle vecchie foto che avevo scattato durante gite e viaggi con i miei ex compagni di classe e ho avuto la riprova che non ho minimamente ereditato il gene della fotografia, che mio padre ha invece trasmesso a mio fratello.

Mio padre ha infatti sempre avuto una grande passione per la fotografia. È passato dalla pellicola alle diapositive, dalle foto digitali allo SmartPhone e ha sempre fatto delle foto bellissime, anche se ogni tanto si fa un po’ prendere la mano…

Come ad esempio con le diapositive dei gabbiani, che sono entrate nella mitologia della nostra famiglia. 😉

Sul traghetto in direzione della Sardegna, mio padre scattò infatti una cinquantina di foto ai gabbiani in volo.

Tornati dalle vacanze, ci radunò tutti in soggiorno, montò il telo, posizionò il video-proiettore e, tutto orgoglioso, cominciò a mostrarci le sue diapositive.

Quando arrivammo ai gabbiani, pensammo che erano foto bellissime. Non era oggettivamente facile riuscire a fotografarli in volo, oltretutto da una nave anch’essa in movimento.

Restammo entusiasti per le prime dieci immagini, poi cominciammo a sbadigliare, a stiracchiarci, a chiederci quante foto potesse mai aver scattato ai gabbiani e, giunti al quarantesimo gabbiano ritratto in posa plastica, cominciammo a ideare piani di distruzione del proiettore.

Durante la stessa traversata in mare, fece anche, scatto dopo scatto, tutto l’arco del sole che tramontava sul mare. A noi, quelle foto, sembravano più o meno tutte uguali, per lui invece erano tutte straordinariamente diverse. 

E mio padre davvero non si capacitava che non riuscissimo a cogliere le sfumature di luce e di colore che, ai suoi occhi, rendevano ogni foto del tramonto unica e del tutto diversa dalla precedente e dalla successiva. 

Mio padre non si lasciò scoraggiare; andò avanti imperterrito a mostrarci diapositiva dopo diapositiva, ignorando le nostre lamentele, le nostre prese in giro e i nostri piani di vendetta sul suo amato proiettore.

Povero papà… mai una soddisfazione! 🙂

Foto di Free-Photos da Pixabay

Nota al post

Da quando sono chiusa in quarantena, basta un profumo, una musica, un’azione e vengo assalita da mille ricordi (si veda Azioni che suscitano ricordiUn viaggio olfattivo nei ricordi).

Succede anche a voi?

7 pensieri riguardo “Ricordi di gabbiani in formato diapositiva

  1. Mio papà non era un appassionato fotografo, ricordo però le era solito fare sempre, o quasi sempre, diapositive che venivano viste solo quelle rare volte in cui ci si decideva a montare il telone. Qualche anno fa, dopo che quelle diapositive erano rimaste sepolte nella nostra cantina per troppo tempo, mi decisi ha comprare uno scanner per diapositive e mi decisi a digitalizzarle. Iniziai con entusiasmo, poi pian piano rallentai il ritmo finché non smisi del tutto. Dovrei digitalizzare ancora interi caricatori, per lo meno, però, adesso la parte che ho digitalizzato è comodamente accessibile dal pc.

    "Mi piace"

    1. Mi fai pensare a una cosa: le foto digitali stanno nel telefono e nel computer, ma quante volte le guardiamo? Le foto stampate finivano negli album e ancora adesso le guardo e mi tornano in mente tante cose. Mi riprometto sempre di stampare alcune foto digitali, poi però non lo faccio mai…
      PS: mio padre ha digitalizzato tutte le diapositive. Ha impiegato un bel po’ di tempo… 😉

      "Mi piace"

      1. Personalmente è più facile che guardi le fotografie dal pc che tirare fuori gli album. Forse perché gli album che ho io sono piccoli e difficilmente maneggiabili con una mano, con il computer, invece, è sufficiente un click.

        "Mi piace"

      2. Le foto digitalizzate si possono mettere in sequenza e creare interessanti filmati. Io ho recuperato cosi’ le foto dei viaggi con la famiglia.

        "Mi piace"

  2. Tutto vero, tranne che 1. Non si andava in Sardegna bensì in Croazia, e 2. Non era un tramonto ma un’alba. Si vede che ti eri distratta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...