Non so vivere la noia. E voi?

Quest’ultima settimana sono stata in ferie dal lavoro ed è stata la prima settimana, da un anno a questa parte, che ho proprio staccato dal lavoro.

Nessun pensiero, nessuna telefonata, nessuna email (cioè, la posta elettronica del lavoro l’ho controllata, nel caso ci fosse qualcosa di urgente, ma non ho interagito in alcun modo).

Devo ammettere che ne avevo bisogno. Nell’ultimo anno, il lavoro è stata una presenza praticamente costante e, in parte, è stato un ottimo rifugio da problemi che, per un po’ di tempo, mi sono sembrati troppo grandi per poterli superare.

In questa settimana, ho letto, scritto, guardato serie TV americane (che mio padre bollerebbe come “boiate”), passeggiato fotografando la primavera che sboccia nella nostra campagna, ho recuperato un po’ di sonno arretrato facendo il sonnellino pomeridiano, roba da ricchi!

L’unica cosa che non sono stata capace di vivere è la noia. A un centro punto, per la precisione è successo il giovedì, mi sono ritrovata a girovagare per casa, con le mani in mano, senza nulla da fare.

Non avevo voglia di leggere o di scrivere, ero troppo sveglia per il “sonnellino” ed ero già andata a camminare, avevo appena finito una serie TV e (miracolo dei miracoli) non avevo elettrodomestici di cui occuparmi (nulla da lavare/asciugare/stirare/cucinare).

Ora, non so voi, ma ho resistito pochissimo. Non ci sono abituata. Io ho sempre qualcosa da fare, qualcosa di cui occuparmi, qualcosa che richiede la mia attenzione.

Alla fine, per fortuna ad Andrea è venuta l’idea di tagliarsi i capelli, così l’ho aiutato. Sono fuggita: dal senso di noia e dal vuoto che la noia mi aveva messo davanti.

E voi?

Sono l’unica? Sono l’unica che non sa più – o forse non ha mai saputo – concedersi il lusso di annoiarsi?

Foto di Pexels da Pixabay

13 pensieri riguardo “Non so vivere la noia. E voi?

  1. A me è successo ogni tanto ma poi mi sono reso conto che alla fine ero un pò arrabbiato con me stesso per non aver concluso niente e per la sensazione di aver buttato via il tempo. Ho sentito dire che momenti di noia possono servire per stimolare la creatività ma, personalmente, non mi è successo.
    Ah… il sonnellino pomeridiano… Ricordo che quando ero piccolo sia per mio papà che mia mamma era un’abitudine consolidata; io al tempo mi chiedevo come facessero. Andare a dormire dopo pranzo era una cosa che proprio non riuscivo a fare. Adesso, forse sarà che nel frattempo sono invecchiato, quando sono a casa dal lavoro è diventato un appuntamento fisso.

    "Mi piace"

    1. Mio nonno materno va a riposare tutti i pomeriggi dopo pranzo. Dorme un’ora, un’ora e mezza al massimo, e si risveglia da solo, senza bisogno di puntare una sveglia. Dicono faccia malissimo alla digestione, eppure lui digerisce tutto (e la cucina di mia nonna è tutto tranne che leggera!).
      E… sì, concordo con te. Ogni volta che sto con le mani in mano mi resta un senso di “tempo sprecato” che di sicuro è figlio dell’educazione che ho ricevuto: “Impegnarsi sempre e comunque, altrimenti non si raggiunge alcun risultato”. Ehhh…

      "Mi piace"

  2. Parli di “lusso di annoiarsi” e hai ragione. È un lusso per pochi.
    Per coloro che talvolta non permettono al ritmo della vita, infarcito di adrenalina, di scorrere continuo, ma lo lasciano rallentare e ne assaporano la lentezza.
    Per coloro che conoscono il valore del tempo e ne sanno apprezzare l’importanza.
    Io, quando incappo nella noia, mi sento privilegiato, provo ad immergermi nel suo abbraccio, anche se sempre non ci riesco.

    "Mi piace"

    1. Ho provato di recente quanto possa essere faticoso un ritmo “infarcito di adrenalina”, come giustamente dici, e avevo veramente, ma veramente, bisogno di rallentare, fisicamente e mentalmente. Ma è difficile, ci si sente persino in colpa…

      "Mi piace"

  3. A volte non ho voglia di trovare qualcosa da fare perché non ho voglia di fare nulla ma poi cado nella noia. Oggi pomeriggio mi ero ripromessa di riposare, niente lavori di casa, niente hobby impegnativi… Morale della favola? Ero talmente nervosa che mi sono messa a stirare

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...