Ogni giorno è un dono

Talvolta, devo ricordare a me stessa che ogni giorno, per quando di me**a, è comunque un dono. Un dono meraviglioso.

Ieri era il mio compleanno e ho dovuto passare tutto il pomeriggio in ospedale. Proprio ieri, proprio il dodici novembre dovevano chiamarmi per fare la PET di controllo.

Voglio dire, con tutti i giorni dell’anno, proprio il mio compleanno. E poi proprio la PET che è un esame lunghissimo e noiosissimo (entrata alle 14:30, uscita alle 17:00, a digiuno dalle 8:30 del mattino. Alle 16:00 avrei mangiato l’intonaco che si scrostava dal muro).

Dire che mi giravano le pa**e è dire poco.

Poi, sono salita in macchina, direzione Bologna, Sant’Orsola, Medicina Nucleare, con l’umore sotto i piedi e un broncio in faccia che nemmeno mi ero accorta ci fosse il sole.

Ho acceso la radio e, su RDS Relax, hanno trasmesso Meraviglioso, dei Negramaro.

Questa canzone mi ha fatto ricordare quanto io sia stata fortunata. Quanto sia fortunata ad essere ancora qui, ancora viva, un anno dopo. Un anno e quattro mesi dopo, a voler essere precisa.

Certo, avrei preferito trascorrere il giorno del mio compleanno a casa, con Andrea. Andare a fare una passeggiata sulle “nostre” colline immerse nei colori dell’autunno, guardare una puntata di qualche serie TV, scrivere sul mio blog.

Però. Però poi ho ricordato che, belli o brutti che siano, sono comunque giorni di vita. E che ogni giorno di vita è un dono. Un dono meraviglioso.

PS: e comunque, oggi si scrive e si festeggia, domani si cammina. Finché c’è vita, ci sono possibilità. 😉

12 pensieri riguardo “Ogni giorno è un dono

      1. In realtà nemmeno io sono uno scrittore così prolifico in questo periodo, anche se, le giornate più corte e il freddo che comincia a farsi sentire dovrebbe aiutare. Per il resto va tutto bene, grazie.

        Piace a 1 persona

  1. In effetti, alice, la tempistica non è stata delle migliori, anche se poi non avresti potuto riflettere appieno sul valore del tempo. Già. «kairòs» o «chrònos»? Non ci si bagna mai nello stesso fiume, perché ogni giorno è diverso, ogni istante è diverso: questo il senso del «carpere diem». Voglio dire che, in fondo, ogni giorno è il tuo – stavo per dire il nostro – compleanno, perché c’è sempre un motivo per festeggiare, anche solo ricordarsi di stare con le persone cui vogliamo bene. Il resto è «routine». Il tempo non ha prezzo e ce lo diceva già Seneca duemila anni fa o poco meno. Col tempo (a proposito, ci sta proprio) ho imparato che mai nulla viene per caso. Di questo, forse, si deve godere veramente.

    "Mi piace"

    1. Sì, concordo: il caso non esiste. Tutto – anche le cose che etichettiamo come “brutte” – accadono per una ragione. E non sempre ci è dato di capire questa ragione. A volte, è anche giusto prendere le cose della vita come vengono, giorno per giorno, senza porsi troppi ma, troppi se, troppi perché.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...