Le mie manie (parte seconda): le mollette per stendere

Dopo essermi esposta al pubblico ludibrio, dichiarando volontariamente di essere fissata con le tazze, continuo l’opera esponendovi la mia seconda – e ancora più strana – mania: le mollette per stendere.

Come si fa ad avere una mania legata alle mollette per stendere? Ebbene, io ho ben due manie sulle mollette per stendere. 😉

  1. C’è un solo modo giusto

La prima mania è direttamente collegata al modo di stendere. Detesto che si vedano i segni delle mollette nei vestiti, quindi rovescio tutti i capi al contrario e attacco le mollette nei punti meno visibili in assoluto.

E, fin qui, non è poi una cosa così strana o inusuale. Diventa una mania perché rimetto sempre in ordine lo stendino quando i vestiti li ha stesi Andrea e non li ha rovesciati al contrario oppure ha messo le mollette in punti che io reputo “sbagliati”…

  1. Sempre abbinate

La seconda mania penso di averla solo io. Io abbino le mollette. Non solo per colore – molletta blu con molletta blu. Molletta rossa con molletta rossa – ma anche per tipologia.

Sullo stendino di casa nostra, non vedrete mai una maglietta appesa con una molletta di legno e una di plastica, o con una molletta rossa sottile e una molletta rossa grossa. Sia mai!

Perché lo faccio?

Come tutte le manie, è una forma di controllo. Non ho il controllo sulla vita. Non ho il controllo sulla morte. Lasciatemi avere, almeno, il controllo su come disporre le mollette sullo stendino.

La mia prossima mania?

Ebbene sì, ne ho un’altra. Riguarda le posate da tavola… 😉

11 pensieri riguardo “Le mie manie (parte seconda): le mollette per stendere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...