A mio fratello

Ciao uomo,

oggi è il tuo ventinovesimo compleanno e, visto che sono del tutto negata e anche quest’anno alla fine il regalo te lo sei scelto da solo e addio sorpresa, permettimi di farti gli auguri alla mia maniera.

Ti auguro di avere una casa tutta per te, con una comoda poltrona da lettura vicina a una grande finestra, un bancone da lavoro, la filodiffusione della musica in tutte le stanze e una camera oscura.

Ti auguro di riuscire a guardare la paura dritta in faccia, così da lasciarti guidare dalle cose che ti spaventano, attraversarle e andare oltre.

Ti auguro di accettare tutto quello che non hai potuto e voluto vivere, perché ogni vita ha strade intraprese e abbandonate e a volte è ingiusto, ma è così.

Ti auguro di sbagliare, di cadere e sbucciarti la vita, perché io ho imparato più dagli errori e dalle cose che sono andate al contrario di come volevo e oggi ne sono grata.

Ti auguro di vivere come ti pare e piace senza ascoltare quello che pensano o dicono gli altri, perché l’unico che può sapere che cosa sia giusto o sbagliato per te stesso sei solo tu.

Ti auguro di trovare una BU, come io ho trovato un BU, con la quale condividere la vita e avete quella famiglia numerosa da serie TV americana che hai sempre sognato.

Ti auguro una vita che sia piena di neve. 🙂

Ti voglio bene sempre

Alice

18 pensieri riguardo “A mio fratello

  1. Accidenti, ventinove anni, che scritto per esteso fa pure un altro effetto? MI pareva ieri che razzolasse per i banchi dell’aula 14 al primo piano tra i compagni di sempre. Dieci anni tondi tondi: non c’è che dire. O, meglio, ci sarebbe pure, ma è meglio che io taccia per pudore e pudicizia. A ogni modo, se mi è consentito, vorrei anch’io fare gli auguri al piccolo (si fa per dire, sempre) Alessandro. Temporibus illis lo avevo descritto così:
    Alessandro sta lì, meditabondo,
    e ascolta tutto, e dice qualche cosa,
    e qualche volta chiede, e gli rispondo,
    e poi fa una battuta spiritosa,

    e torna come prima, in un secondo,
    in questa classe assorta e silenziosa,
    per uscirsene ancora in un affondo,
    spesso geniale, su poesia o su prosa.

    Poi ovviamente andavo avanti. Ma credo basti questo per associarmi agli auguri.
    E auguri anche alla sorella, va da sé, che gli ha dedicato un articolo così intenso. già, intenso, perché sa di vita, vita vera. In fondo, è questo che conta. Sempre.

    "Mi piace"

    1. Ricordo questi versi. Me li aveva fatti leggere e io ricollego solo adesso: erano tuoi! Lo descrivevi benissimo, con una profondità stupefacente. Lo vedo proprio, in classe, seduto al suo banco, silenzioso e attento, esordire con una delle sue domande scomode e fare una battuta per stemperare l’atmosfera.
      Detto questo, non esiste al mondo qualcuno a cui voglia bene quanto ne voglio a lui.
      Grazie degli auguri, a lui e a me. 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Sono assolutamente convinto di quanto tu gli voglia bene! Ebbene sì, questi versi erano e sono miei: li scrissi nel lontano 2012. Una vita fa.un mondo fa. Ma che te lo dico a fare?

        "Mi piace"

    2. […] dai sogni intrepidi, dal cuore
      che sa alzarsi ad altezze siderali,
      […] vuole ciò che possono i mortali,
      soggetti a qualche sbaglio e qualche errore.

      Parole che sono sempre rimaste con me.

      Grazie degli auguri Prof.
      Sempre bello rivivere il passato guardando al futuro.
      Spero tu stia bene!

      "Mi piace"

      1. Ah, ma certo: il passato si specchia nel futuro. Il problema, come sai, è che noi siamo nell’esatto centro e guardiamo ora l’uno ora l’altro.
        Sono contento d’averti ritrovato, carissimo spiga – sai che ti si chiamava così, confidenzialmente, anche se alle volte ti scambiavo con gaeta… chissà, spigaeta era poi una crasi abbastanza facile per me -, in questo luogo non luogo, tra gli interstizi di un mondo che non ci appartiene del tuttto, ma cui noi apparteniamo in toto.
        Ogni tanto, se ti va, fatti pure vivo. il mio numero è poi sempre quello.
        Che dirti ancora, se non auguri? Hai una sorella speciale.

        "Mi piace"

    1. Se ti può consolare, io sono pessima nel trovargli regali. Ogni volta mi faccio dire che cosa vuole perché non sono proprio in grado…
      Ad ogni modo, sono felice di esserti stata d’ispirazione. 🙂
      PS: tuo fratello è più grande o più piccolo? Così, per curiosità.

      Piace a 1 persona

  2. Ho conosciuto qualche anno fa Ale e l’ho adorato da subito, di lui mi piace il suo essere sornione, e mi dispiace non poterlo vedere spesso. Anche se per esperienza so che non serve questo per avere o sentire dentro noi un legame. Nella speranza di conoscere presto pure te cara Alice. Mando un bacio e abbraccio a tutti voi! ❤️

    "Mi piace"

  3. Credo tu abbia proprio un legame speciale con tuo fratello. Dalle tue parole spicca la tua sensibilità e anche la tua capacità di osservazione. Mi viene anche da pensare che non sia stato tutto facile. Gli hai fatto degli splendidi auguri. ❤️

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...