Detesto fare errori

Detesto sbagliare. Detesto fare errori.

Ogni volta mi crocifiggo per giorni, mi arrovello chiedendomi cosa avrei potuto fare di diverso e meglio, cerco soluzioni di ogni genere che spesso non risolvono nulla.

Anche quando ci sono attenuanti e scusanti e non è del tutto colpa mia, perché è quasi sempre un concorso di colpa, finisce che mi sento comunque uno schifo.

Non posso fare a meno di chiedermi: chi mi ha insegnato che l’errore non è ammesso? Che la perfezione esiste e deve essere perseguita giorno dopo giorno dopo giorno? Che non ci è concesso di essere umani?

Io non me lo concedo. Perché? Perché non posso semplicemente essere fallace e sbagliata e piena d’imperfezioni?

Voglio dire: è il mio primo errore in cinque anni di lavoro. Il primo vero errore che ha delle conseguenze – nulla di grave: non ho dato fuoco all’ufficio, non ho ucciso nessuno – e io mi sento come se tutte le cose belle e positive, tutto quello che ho fatto di buono non contasse più nulla.

Mi sono distratta. La verità è questa: non ho prestato l’attenzione che avrei dovuto e ho fatto una ca**ata di proporzioni bibliche e non posso rimediare perché quello che è fatto è fatto e indietro non si torna.

Imparerò dall’errore, presterò maggiore attenzione e cercherò di trovare un modo per limitare i danni, continuando a inveire contro me stessa e a maledire il giorno in cui.

E voi?

Che rapporto avete con l’errore? Vi concedete di sbagliare?

28 pensieri riguardo “Detesto fare errori

  1. In alcune cose sono un pochino perfezionista e quando mi capita di sbagliare cerco sempre di capire perché ho commesso quell’errore e cosa possa fare perché non ricapiti più. Ma allo stesso tempo mi concedo di sbagliare e come dice il detto: “Sbagliando s’impara”, 😉.

    "Mi piace"

    1. Sì, anch’io cerco sempre di capire dove ho sbagliato, di imparare dai miei errori e mi dico sempre che sbagliando si impara più che facendo sempre tutto bene (mi dico anche “Chi non fa, non falla). Però non c’è verso: fatico ancora tantiSSimo a perdonarmi.

      Piace a 1 persona

  2. Modestamente io ho fatto talmente tanti errori nella vita, che per forza ho dovuto imparare a perdonarmi.
    😔

    E comunque la gente ‘perfetta’ è noiosa, e a ben guardare anche assai pericolosa.
    🙄

    P.S. Hakuna Matata!
    🤪

    "Mi piace"

    1. Ah, sì, in questo sono migliorata. Quando iniziai a lavorare (26 anni, nessuna esperienza), ogni minimo errore era una vera tragedia! Adesso faccio tragedie solo quando considero l’errore grande e imperdonabile. Imperdonabile secondo i mie standard, ovviamente. 😉
      PS: vorrei tanto credere anch’io che la perfezione è noiosa (e in rima assai pericolosa), ma c’è una parte di me che continua a dire: “Errare è male, l’errore si può evitare” (sempre in rima). 🤪

      "Mi piace"

    1. Quanto ti capisco! Io accetto a cuore aperto gli errori di tutti, tranne i miei. 😩
      E in materia di “errori”: se in passato mi sono rivolta a te al maschile, ti chiedo scusa. Non so perché, ma pensavo che tu fossi un ragazzo/ un uomo… 🤔 Errore del tutto involontario. 🙏

      "Mi piace"

    1. Quanto mi piacerebbe prenderla così! Come Bart Simpson: “Non sono stato io”. 😂
      PS: Oggi ti ho pensato. Mi sono detta: “Chissà se l’allegro pessimista è contento di tutta questa pioggia”… 🌧️🌧️

      "Mi piace"

      1. Qui a Bologna è piovuto senza soste tutto il giorno. Ha smesso da forse un paio d’ore.
        Ah, quindi è come dice mia madre: la colpa è sempre di una bella donna. 😉

        "Mi piace"

  3. Basandomi su quello che ho visto in prima persona o ascoltato da conoscenti, sul lavoro accade spesso che il “fatto bene” sia dato assolutamente per scontato dai titolari, e l’errore, anche se fosse il primo in tanti anni, evidenziato e ingigantito a caratteri cubitali. Anche per chi sa essere più indulgente con sé stesso, diventa difficile non sentirsi male!

    "Mi piace"

    1. Nel mio caso specifico, il mio capo era più che altro deluso. Non in maniera assoluta – tipo “Non mi fiderò mai più di te” – ma tipo “Non mi aspettavo un errore così grossolano da te”. Dove lavoravo prima era esattamente come dici tu: mai notato quello che facevo e cazziate mastodontiche per ogni singolo errore…

      "Mi piace"

  4. Cerco di non sbagliare sulle cose importanti, almeno su quelle che ritengo tali, e non so perdonarmi tanto facilmente. Però ho imparato dalle esperienze passate, così sono diventato triste e cupo. Penso sia fisiologico

    "Mi piace"

    1. Ti capisco. Imparo da ogni errore, ma non imparo a perdonarmi: ci rimugino sopra all’infinito e finisco per farmi stare male. Non ho bisogno di punizioni. Ci penso già da sola. 😦
      E sì, caro Enzo, a volte la vita tende a renderci tristi e cupi, ma spero tu non lo sia ogni minuto di ogni giorno. ❤️

      "Mi piace"

  5. Detesto sbagliare, in ogni ambito.
    Lavoro, casa, ma anche scrittura di un post, organizzazione di un viaggio, scelta di qualsiasi tipo.
    Per forma mentis devo sempre avere tutto sotto controllo, e quando mi scappa l’errore – anche un semplice refuso – mi arrabbio con me stesso e sono molto severo verso di me.

    "Mi piace"

    1. Eh. Sono un’ossessiva del controllo anch’io, ma sto “migliorando”: quando ho iniziato a lavorare, per ogni minimo errore restavo in crisi per mesi… adesso mi riprendo in qualche giorno e vado oltre. Non posso fare altrimenti: non sono perfetta, bisogna che io lo accetti.
      PS: nel mio libretto di poesie ci sono due refusi. Quando me ne sono accorta, avrei dato fuoco alla scatola con i libri! 🤬

      Piace a 1 persona

      1. Io ho scritto un libretto dedicato al mio gattino morto prematuramente alcuni anni fa.
        Ho scritto tutto di nascosto, l’ho riletto per 3 mesi prima di stamparlo (solo 20 copie date ad amici e parenti) e poi ho scoperto 3 refusi.
        Poca roba, ma mi resta una incazzatura infinita.

        "Mi piace"

  6. Sono così matta che faccio entrambe le cose: in linea di massima ai miei errori penso e ripenso a lungo, anche se mi perdono subito o quasi! Non mi colpevolizzo troppo ma il dispiacere / nervoso / sensazione di figuraccia (a seconda dei casi) ci mette parecchio a passare.

    "Mi piace"

    1. Mai più matta di me. 😉
      Comunque, chissà perché gli errori ci fanno questo effetto… perché non possiamo semplicemente alzare le spalle e dire: «Sì, ho sbagliato, chiedo scusa» e basta, fine lì.
      Voglio dire: a parte certi errori che provocano morte e distruzione, tutti gli altri sono STUPIDAGGINI di cui ci preoccupiamo sempre troppo.
      O sbaglio?

      Piace a 1 persona

    1. 🤣🤣 Non sbaglio mai… 🤣🤣
      Vedo il tuo naso crescere fin da qui. 🤣🤣
      PS: diventare una persona tollerante (anche se soprattutto con me stessa) penso sia il mio obiettivo primario nella vita. Non credo lo raggiungerò mai, ma tentare non nuoce.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...