Combatto il blocco

Sono arrivata a un punto del mio romanzo autobiografico in cui devo ricordare alcuni momenti della vita che, invece, vorrei lasciare ben chiusi dentro un cassetto.

Momenti che avrebbero dovuto essere bellissimi, e felici, e sereni, e invece per me sono stati un incubo e non torneranno mai più e me li sono persi per sempre. Mannaggia a me.

Sono arrivata in quel punto lì e mi sono bloccata. Anzi, mi sono rifugiata. Ho interrotto la scrittura e ho iniziato a guardare una serie TV abbastanza stupida, su RaiPlay, una puntata dietro l’altra, fingendo che il mio romanzo non sia lì ad aspettarmi.

Mi sono concessa cinque giorni senza scrittura, in pratica quasi del tutto immersa in quella stupida serie TV, ma da domani basta, è ora di riprendere da dove mi sono fermata.

Non lo faccio per me stessa. O meglio, certo che lo faccio per me stessa, ma lo faccio anche per chiunque altro si stia trovando nella situazione in cui mi sono trovata io e non sappia come uscirne.

Lo faccio per chiunque si sia sentito dire, anche solo una volta nella vita: «Cosa vuoi che sia? È solo un po’ di ansia».

Da domani, combatto il blocco e vado avanti.

Quattro luoghi in cui ritrovo la creatività

Chi scrive – per passione o per lavoro – sa che può succedere di ritrovarsi davanti a una pagina bianca senza la minima idea di che cosa scrivere. In una parola: bloccati.

Siccome non mi piace restare senza parole e mi sento me stessa solo quando scrivo, nel corso del tempo ho individuato modi e strategie per evitare di restare bloccata.

Continua a leggere “Quattro luoghi in cui ritrovo la creatività”

Cinque verità sulla scrittura che non voglio dimenticare

Nelle ultime settimane sono entrata in crisi. Non sapevo come andare avanti con la storia che sto scrivendo. Mi mettevo davanti al computer e, pur avendo del materiale su cui lavorare, non usciva nulla di nulla. Continua a leggere “Cinque verità sulla scrittura che non voglio dimenticare”

Tra ispirazione creativa e nulla assoluto

Non so se succede anche a voi, ma io alterno periodi di grande ispirazione creativa, in cui scrivo in maniera quasi febbrile, a periodi di nulla assoluto, durante i quali ogni idea mi sembra già sentita e ogni frase che scrivo mi sembra indegna di essere anche solo pensata, figurarsi pubblicata. Continua a leggere “Tra ispirazione creativa e nulla assoluto”