Il pensiero di te

Strade lavate da una pioggia battente,

campi di fango solcati da rivoli di melma.

Un tuono all’orizzonte

il vento scuote gli arbusti,

le lunghe radici diramate nel cemento.

poesia-il-pensiero-di-te

Della velocità non è rimasto che fumo

il timore di non poter arrivare.

Ma poi, sempre più vicini,

i ponti conosciuti

la salvezza in una torre

il pensiero di te.

Annunci

Perché aspettare?

Dirti “ti amo”

sui gradini di una chiesa

di fronte a un paesaggio notturno

pieno di stelle, il silenzio ovunque,

solo il mio cuore e

il tuo sguardo imbarazzato.

poesia-amore

Dirtelo comunque

anche senza il panorama perfetto

            senza la notte perfetta

anche se non siamo soli.

Perché aspettare?

Siamo tutti cadaveri potenziali.