L’attimo zero

nel-mezzo-della-strada

Mi fa sempre impressione quando, partita da Bologna Centrale, scendo dal treno a Casalecchio Garibaldi.

Sono in tutto tre fermate e quando il treno si ferma a Casteldebole, mi ritrovo con una fermata fatta e una da fare: una sorta di “punto zero” incastrato tra un “+1” e un “-1”.

È un luogo ben specifico, in cui la strada da fare corrisponde alla strada già fatta, come Dante quando si ritrovò “Nel mezzo del cammin di nostra vita”.

È un luogo che dura solo un attimo: un battito di ciglia e sono già ripartita, nemmeno il tempo di capire fino in fondo il senso di questo attimo “zero” in cui mi sono trovata – fortuitamente – immersa.

Foto di Aleksejs Ivanovs da Pixabay

Annunci

Ricordi di inizio Primavera

ricordi-primavera

Quando vivevo da sola, un pomeriggio andai al parco pubblico vicino a casa e mi sedetti su una panchina. Era l’inizio della Primavera, proprio come adesso, quindi la stagione per me più bella: sole che riscalda, ma ancora non brucia, la natura che si risveglia, ma ancora niente allergia ai pollini. Continua a leggere “Ricordi di inizio Primavera”

A volte bisogna smettere di pensare e agire!

La scorsa settimana sono passata davanti al solito bar dove passo praticamente tutte le mattine e tutte le sere. E lì, in quell’angolo di strada che conosco meglio di casa mia, ho sentito una di quelle frasi che nascono una verità universale, di quelle che sintetizzano tutto il senso della vita. Continua a leggere “A volte bisogna smettere di pensare e agire!”