E invece

Ieri sera avevo impostato la sveglia alle sette e trenta di questa mattina. Il piano era: mi alzo, faccio colazione, vado in bagno e mi metto a scrivere.

Dopo l’incontro di giovedì mattina con Francesca Sanzo, non aspettavo altro che il fine settimana per poter lavorare sul mio romanzo: ci sono alcune cose da rivedere sul finale e un paio di personaggi non hanno convito del tutto i miei primi lettori.

E invece?

Continua a leggere “E invece”