Cotolette o lamponi?

Questo fine settimana, Andrea e io siamo andati a fare la spesa.

Mi avvicino al banco dove tengono i frutti di bosco e mentre sto scegliendo tra le confezioni di mirtilli e lamponi si avvicina una bambina con sua nonna.

Continua a leggere “Cotolette o lamponi?”

Non sopporto

Non sopporto chi guida tra i trenta e i quaranta chilometri orari su strade dove il limite è tra i cinquanta e i settanta, e frena pure ad ogni singola curva.

Non sopporto chi gira per la palestra senza mascherina, non pulisce le macchine e sbatte i pesi invece di accompagnarli, facendomi saltare i nervi.

Non sopporto chi mi urla addosso. Non sono sorda e non sono stupida. Se c’è un problema, ne parliamo e lo risolviamo, non c’è davvero alcun bisogno di urlare.

Continua a leggere “Non sopporto”

Alla natura basta poco

La settimana scorsa, durante le mie solite camminate sulle “nostre” colline, mi sono resa conto che alla natura basta veramente poco.

È sufficiente un po’ di sole. Piccoli fiori sbocciano tra i residui dell’ultima nevicata e… i porcellini d’india del nostro “vicino” entrano subito in calore.

Continua a leggere “Alla natura basta poco”

Meglio fuori che dentro

Durante la stesura di quello che, a quanto pare, sarà presto il mio primo romanzo autobiografico (perdonate, continuo a scriverlo perché ancora non ci credo), in un paio di occasioni Andrea mi ha trovato in lacrime.

Non qualche lacrima solitaria, ma veri e propri singhiozzi e grossi goccioloni che annegavano la tastiera del computer.

La seconda volta, mi ha guardato e ha detto: «Ma sei sicura che tutto questo ti faccia bene?»

Continua a leggere “Meglio fuori che dentro”

Dobbiamo proprio?

Ieri c’era un sole meraviglioso e, dopo pranzo, sono andata a fare la mia solita passeggiata (quella che vi ho raccontato in Non ti annoi a fare sempre lo stesso percorso?).

Arrivata ai piedi della salita che porta fino alla chiesa, una salita piuttosto ripida e impegnativa, ho visto una famiglia: padre, madre e bambino di circa otto anni.

Il padre guarda la madre, dice: «Saliamo alla chiesa e scendiamo per il bosco?»

La madre risponde: «Va bene»

Il bambino guarda la salita, guarda il padre. Dice: «Ma dobbiamo proprio?»

Continua a leggere “Dobbiamo proprio?”

I miei disegni di bambina

Qualche anno fa, risistemando in garage, i miei genitori hanno ritrovato una borsa enorme piena di tutti i disegni che avevo fatto all’asilo nido e alla scuola materna.

Durante le vacanze di Natale, avendo tempo, ho deciso di riguardare tutti i disegni e mi sono sorpresa di trovare me stessa, quella che sono stata e che sono, e gli affetti più veri.

Continua a leggere “I miei disegni di bambina”