Perché aspettare?

Dirti “ti amo”

sui gradini di una chiesa

di fronte a un paesaggio notturno

pieno di stelle, il silenzio ovunque,

solo il mio cuore e

il tuo sguardo imbarazzato.

 

Dirtelo comunque

anche senza il panorama perfetto

            senza la notte perfetta

anche se non siamo soli.

Perché aspettare?

Siamo tutti cadaveri potenziali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...