Nei giorni di pioggia

Ormai lo sapete, l’autunno mi piace tantissimo. L’arrivo del primo freddo che soffia sul viso e ancora non brucia le gote, come quello gelido dell’inverno.

Le giornate un po’ uggiose che promettono pioggia, quando le nuvole si addensano attorno alla nostra casa e borbottano sulle nostre teste, velando il sole.

I colori dell’autunno. Gli alberi si riempiono di giallo, di rosso, di marrone; mi danno un grande senso di pace e di rilassamento e mi fanno venire voglia di dipingere. 😉

Le mie foto rendono poco (non ho una gran fotocamera nel telefono), ma vi assicuro che i colori sono magnifici visti dal vivo. Anche con giornate così uggiose.

Mentre cammino, poi, le foglie cadute a terra producono suoni stropicciati quando sono secche e asciutte, oppure ovattati, se bagnate da una pioggia recente.

Le foglie secche mi fanno sempre venire in mente un ricordo che forse ho già raccontato sul blog, ma non importa.

Ero bambina, a scuola ci avevano dato un compito per il pomeriggio. Dovevamo raccogliere delle foglie cadute, posarci sopra un foglio e ricalcarne la forma con le matite colorate.

Avevo passato il pomeriggio dopo pranzo nel parco davanti a casa, insieme alla mia mamma, a raccogliere foglie. Poi mi ero chiusa in camera mia e le avevo ricalcate.

Se chiudo gli occhi, sento ancora il profumo del legno delle matite che si mescola a quello delle foglie, della terra, dell’autunno.

L’unica cosa dell’autunno con cui ho un rapporto controverso è la pioggia. La maledico quando devo prendere i mezzi pubblici e andare in centro città.

Maledico l’ombrello, le pozzanghere, il vento, il lastricato dei portici scivolosissimo, la calca su bus e treni. Detesto ogni secondo che passo all’aperto e non vedo l’ora di trovare riparo.

Così, quando nei giorni di pioggia posso restare a casa – la stufa a pellet accesa, il plaid sulle gambe, la tisana che fuma nella tazza e qualcosa in mente da scrivere – mi ricordo di ringraziarla perché disseta il mondo.

Così, giusto per controbilanciare le maledizioni. 😉

E voi?

Siete “tipi da autunno” o preferite altre stagioni? Scommetto che anche voi avete un rapporto non proprio lineare con la pioggia. 😉

Pubblicità

20 pensieri riguardo “Nei giorni di pioggia

  1. Ciao Alice, sì, non amo la pioggia ☔️ il vento in modo particolare mi mette agitazione, ma come hai detto giustamente tu, è necessaria, disseta il mondo.
    A me piace molto la Primavera e anche l’estate.
    Bellissimo e dolcissimo il ricordo di te, bambina 👧 che facevi quel compito. Lo hai descritto così bene che mi sembrava quasi di vederti mentre ricalcavi le foglie e un profumo di legno misto alla Natura delle foglie che hai immortalato si è andato ad accoccolare in un angolino della mia mente! Ti abbraccio ♥️♥️♥️

    "Mi piace"

    1. Sì, il vento mi mette un’agitazione terribile! Quando poi si alza di notte, nel buio e nel silenzio della casa, resto ore sveglia con quella strana sensazione addosso di “pericolo imminente”. Anche a me piace tantissimo la Primavera (l’inverno poi lo amo alla follia). L’unica stagione in cui non do il meglio di me è l’estate. Troppo caldo, mi ritrovo sempre senza energie e non mi piace. 🙂
      Un abbraccio a te e alla bambina che è in te. 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Hai detto bene, il vento mi agita per la sensazione e la paura 😱 di pericolo imminente.
        Certo quando ero bambina, le estati erano un’altra cosa, ma nonostante tutto, l’estate continua a piacermi.
        Che pensiero bellissimo mi hai dedicato, cara Alice, un abbraccio anche a voi da parte nostra! 😍😍

        "Mi piace"

    1. “Bene” non credo proprio perché io e la pittura viaggiamo su due rotaie diverse, però mi intriga come espressione di luoghi e di sentimenti. Proverò… appena ho tempo. Sono un po’ piena ultimamente. Non sembrano esserci abbastanza ore nelle mie giornate. 😉

      Piace a 1 persona

      1. Mica tanto. Al lavoro, novembre, dicembre e gennaio sono sempre mesi impegnativi, ma quest’anno è peggio per tutta una serie di motivi che sarebbe noioso spiegare. So solo che la mia collega e io stiamo seriamente pensando di fuggire all’estero. 🤣

        "Mi piace"

      2. Eh mia cara, è dura, è uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare, diceva mia cognata e la adoravo in quei momenti, mi sembra di rivederla!
        Sicuramente è dura, ma stare senza lavoro è peggio! 🤣😂😂😂😄😄😄😁😁😁🥰🥰🥰😍😍

        "Mi piace"

    1. Mai avuto cani, solo gatti, ma posso immaginare la scocciatura… Oltretutto, il cane bagnato non credo faccia proprio un profumo invitante. E sì, anche a Bologna il traffico va completamente in tilt. Sembra che tutti quelli che di solito non usano la macchina si siano messi al volante. Aiutooooo!

      Piace a 1 persona

  2. Ciao! Presente! Io amo la pioggia, il suo odore, il suo scroscio sulle superfici. Amo i colori dell’autunno e amo il candore della neve d’inverno. Adoro la primavera con la vita che sboccia ma… Odio l’afa estiva! Pensavi non avessi qualche riserva nell’elenco, eh? 🤣
    Amo l’estate, ma odio il caldo torrido… Che dire? Nessuno è perfetto! 😏

    "Mi piace"

  3. Io odio il caldo dell’estate, ma amo la sua luce, e anche il vento leggero ha il suo perché ☺️
    Ho imparato crescendo ad apprezzare i meravigliosi colori caldi dell’autunno: quando ci sono le belle giornate di sole in ottobre sono incantevoli.
    Ma non sopporto le giornate grigie, quelle del buio presto e del grigio diffuso e senza motivo… Molto meglio una bella pioggia! Che si, dà disagio per tanti motivi, ma almeno ha un senso e un rumore bellissimo ☺️

    "Mi piace"

    1. Anche a me piace molto il suono della pioggia che cade sul tetto, sulle foglie degli alberi, sui fiori, però mi piace ascoltarla a casa, al riparo e al calduccio. 😉
      Per me, invece, la luce dell’estate è troppo forte, troppo intensa e dura troppo. Il sole sembra non voler mai cedere il posto alla luna e alla notte. Trovo l’estate decisamente troppo stancante.
      Proprio vero che siamo tutti diversi. 🤩

      Piace a 1 persona

  4. A me la pioggia non dispiace affatto, anche se ammetto sia un disagio quando piove e si deve andare al lavoro, peggio ancora con i mezzi pubblici.
    Ma osservarla cadere, magari con un filo di vento che soffia, a me dona molta serenità.

    Nota a margine: stasera piove e mio figlio è in giro in auto… pensieri

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...