Riflessioni sul significato di questo blog

Lo scorso Natale, una mia amica mi ha regalato un quaderno per appunti. Nella prima pagina ha scritto una dedica:

“Per non far volar via tutti i pensieri, i colori e i profumi che come farfalle ti attraversano la vita”.

Nel rileggere questa frase, due giorni fa, in viaggio sul solito treno verso il lavoro, all’improvviso ho pensato: “Ecco! Il mio Alice Spiga Blog è proprio questo!”

Nel corso del tempo, il mio blog è sempre stato il luogo virtuale dove condividere me stessa, le cose che imparavo, che vedevo, che vivevo e che provavo.

Mi ha permesso di sfogare la frustrazione verso un lavoro che mi andava sempre più stretto, di condividere quello che imparavo in materia di social network e marketing, di raccontare aneddoti e ricordi personali.

Negli ultimi tempi, poi, quasi senza che me ne accorgessi, si è trasformato nel luogo in cui condivido il mio modo di vedere il mondo: le mie poesie, i miei “tipi” da treno e da spiaggia, i dettagli che compongono la mia famiglia.

Quella dedica, scritta da qualcuno che mi ha capita molto meglio di quanto sospettassi…, mi ha fatto comprendere quanto mi attragga – e mi abbia sempre attratto – l’osservazione e lo studio del comportamento umano.

In particolare, i diversi modi in cui le persone reagiscono a uno stesso ambiente (il treno o la spiaggia o anche un ambulatorio medico), adottando schemi comportamentali riconducibili a specifiche categorie.

Insomma, è solo un piccolo blog personale senza pretese, eppure non avete idea di quanto mi abbia aiutato e mi stia aiutando nel difficile compito di comprendere chi sono stata, chi sono e chi sto diventando.

E voi?

Quale significato ha il vostro blog?

Foto di cocoparisienne da Pixabay

3 pensieri riguardo “Riflessioni sul significato di questo blog

  1. Per me è una sorta di diario segreto, per questo è del tutto anonimo e senza riferimenti a persone specifiche o luoghi… Il fatto di poter ottenere risposte mi aiuta a confrontarmi e capirmi attraverso gli altri

    "Mi piace"

    1. Anche il mio primo Blog era anonimo (lo usavo per sfogo e volevo evitare… problemi), poi ho avuto bisogno di “uscire allo scoperto” e adesso uso nome e cognome. È impressionante come tutto sia cambiato in pochi anni. 😊

      "Mi piace"

      1. Questo non è il mio primo blog, prima ne ho avuto uno che non era anonimo, poi in contemporanea ne avevo un altro congestito che però non seguiamo praticamente più. Attualmente attivo ho questone un altro in cui compare nome cognome e foto in cui mi si vede, spero anzi mi illudo che quello possa essere una spinta per cambiare lavoro

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...