Tipi da treno: i controllori

Li chiamo “controllori” perché è così che, noi viaggiatori ferroviari, li definiamo. In realtà, però, il termine corretto sarebbe “capi-treno”.

Controllare i biglietti e fare contravvenzioni è infatti solo uno dei ruoli svolti dal capo-treno, che è a disposizione del macchinista, dà informazioni ai viaggiatori su biglietti e tratte, scende ad ogni fermata, controlla che tutti siano saliti e risale chiudendo le porte; solo così il treno può ripartire.

Nel corso degli anni, da pendolare ferroviaria e da osservatrice, sono arrivata a catalogare i controllori, o meglio i capi-treno, in cinque macro-famiglie, che vi racconto.

Nota bene: ve li racconto al maschile perché mi sono capitati più uomini che donne, ma vi assicuro anche le (poche) donne controllore che ho avuto modo di “studiare” possono rientrare in queste categorie. 😉

1. L’intransigente

Serio, pelato, ligio al regolamento. Non sorride, non fa amicizia con nessuno (lui è sul treno per lavorare, non per fare conversazione), redarguisce chi parla a voce troppo alta e chi mette le scarpe sul sedile di fronte.

Se c’è lui, sul treno, potete stare certi che tutti i biglietti saranno controllati, che tutte le infrazioni saranno individuate e punite, che il treno sarà puntuale perché niente può andare storto, non durante il suo turno, maledizione!

2. Il novellino

Come in ogni lavoro, c’è un primo giorno anche per il controllore. Riconoscerete il novellino perché, nel suo primo viaggio, sarà affiancato da un altro controllore, più esperto di lui.

Per un po’ di tempo, il novellino apparirà spaesato, insicuro, impacciato; poi imparerà il mestiere, i costi dei biglietti, i nomi delle fermate, riconoscerà i pendolari dagli avventori saltuari e diventerà Altro, andando a inserirsi in una delle altre categorie.

3. L’espansivo

Sempre sorridente, ha una battuta di spirito per tutti (anche se non sempre vi farà ridere), fa amicizia con grande facilità e si ricorda di tutti i passeggeri (e quasi non ha bisogno di controllare i biglietti, sa già chi sale con e chi senza).

Conosce nomi, aneddoti e vicende dei pendolari, dei colleghi e degli ex colleghi, delle stazioni e dei treni; conosce tutta la storia della ferrovia, le tecnologie che l’hanno trasformata nel tempo e un po’ rimpiange i vecchi treni che sì, erano vetusti e malandati, ma erano come trattori, nemmeno la neve li fermava.

È una miniera di informazioni, di pettegolezzi e di storie; se ne individuate uno, sul vostro treno, parlate con lui, non ve ne pentirete.

4. Lo scorbutico

Passa tra i viaggiatori annoiato e sbadigliante, ti chiede: “Biglietto prego” e te lo restituisce con un gesto svogliato, passando oltre senza vederti.

Tu, viaggiatore, sei solo un posto occupato sul treno, sei solo un biglietto da controllare, una multa da scrivere; sei solo l’ennesimo passo da fare per arrivare, finalmente, alla fine della giornata.

Per fortuna posso dire che me ne sono capitati pochi, di questo genere, almeno sulla linea ferroviaria Bologna-Vignola.

5) Il piancente

È sempre curato: capelli puliti e in ordine, divisa perfettamente stirata, scarpe lucidate di fresco, fisico ben tenuto (spesso tatuato), frutto di un uso costante della tessera della palestra.

Sa di essere un bel ragazzo – o quantomeno crede con fermezza di esserlo – e si aggira per il treno come se sfilasse in passerella.

Manda sguardi e sorrisi accattivanti – o presunti tali – alle ragazze carine e restituisce il biglietto azzardando un “A lei, signora. O dovrei dire signorina?”

Non li ho mai visti andare oltre a semplici battute perché, dopotutto, sono ben coscienti di essere “in servizio” e restano ligi al loro ruolo.

Foto di CHRISO Eivar da Pixabay

8 pensieri riguardo “Tipi da treno: i controllori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...