Lo subisco

Per la serie: mica facile vivere con uno scrittore.

Ieri sera Andrea ha preparato la cena. Io ero talmente immersa nella scrittura da non sentire nemmeno la fame e da non rendermi conto del trascorrere del tempo.

Quando sono entrata in cucina e ho visto la tavola apparecchiata, con la cena fumante già nei piatti, mi sono sentita grata.

Gli ho dato un bacio e gli ho detto: «Grazie, amore mio, che sostieni il mio “furore creativo”».

E lui: «Più che sostenerlo, lo subisco».

E io: …

Post Scriptum

Se vi ricordate, vi ho già parlato delle mie immersioni nella scrittura in Quando scrivo e in Mica facile dormire con uno scrittore, solo che questa volta il mio periodo di “furore creativo” dura da mesi e mesi e inizio a temere che Andrea stia scavando una galleria per fuggire nottetempo, o per seppellirmici dentro in via definitiva… 😉

E voi?

Sostenete o subite le passioni dei vostri partner di vita?

8 pensieri riguardo “Lo subisco

    1. Non passiamo poi così tanto tempo insieme: tra palestra, lavoro, famiglie…
      Stiamo tanto insieme nel fine settimana, che è poi il momento in cui mi immergo nella scrittura (perché durante la settimana, appunto, il tempo non c’è).

      "Mi piace"

  1. MDM (Mia Dolce Metà) non ha hobbies/passioni che la distraggano molto, in questo periodo è molto presa dalle “serie TV”, ma è facile interrompere, e la concentrazione non è mai ai massimi livelli.

    "Mi piace"

    1. Ah… le serie TV sono una droga! Ho le mie, che guardo da sola, Andrea ha le sue, che guarda da solo. Poi abbiamo quelle che guardiamo insieme… Ho perso il conto di tutte quelle che stiamo seguendo (da soli e insieme). 😉
      PS: vorrei dire che esagero, quando parlo della scrittura, ma non posso: mi immergo a tal punto che finisco sul serio in un mondo parallelo, dove il “reale” non esiste più.

      Piace a 1 persona

  2. E’ bello che tu abbia una passione così forte. Anch’io mi immergo ogni tanto in qualche lettura e se sto lavorando solitamente non sento altro. R. mi sostiene molto, ma in generale lo facciamo a vicenda. Ho sempre pensato che ognuno dovrebbe essere appagato e felice della propria vita per stare bene con gli altri quindi sostenerla nelle sue passioni mi sembra il minimo. Certo.. se siamo “distanti” per un po’ prima o poi arriva anche il momento in cui chiedo il “conto” o semplicemente attenzioni 😀

    Piace a 1 persona

    1. Da quando stiamo insieme, Andrea ha scritto due manuali (per lavoro); nel periodo in cui lui scrive non esiste altro e io brontolo… quindi è il bue che dice cornuto all’asino. 😉
      Sostenersi, subirsi e richiamarsi a vicenda… penso faccia tutto parte dello scegliersi ogni giorno. 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...